fbpx
Usarci


Il taglio nella tela di Fontana anticipò idealmente e fu altresì mezzo per far affluire nello spazio circostante le cellule, gli atomi, l’infinitamente piccolo della materia in cui siamo immersi e che ci forma, e che il Maestro Enzo Tommaso Oliva ha saputo – con un gesto totalmente innovativo – interpretare e diffondere

Oliva, in un infinito recupero della vita e della sua continuità eterna, attraverso quindi non un ripiegarsi intimistico su se stesso, ma attraverso un ponte ideale che lancia percorrendo il tempo e lo spazio, ci fa partecipi di quel meraviglioso e inarginabile processo di riproduzione dello “spirito materia” in quel suo continuo ed incessante evolversi per costituire sempre nuove, personali visioni e interpretazioni del mondo in un prolungato e costruttivo movimento in perenne trasformazione.

Oliva cammina con le sue opere

l’atomo, la cellula non viene fermata nel suo correre, nel suo crescere, nel suo trasformarsi, ma viene semplicemente porta ai nostri sguardi mentre quel suo infinitamente piccolo già ci sta parlando – attimo dopo attimo – di una sua evoluzione, di un suo viaggio incessante come embrione in crescita.

Le opere di Oliva ci trasmettono altresì un forte messaggio di quella paziente attesa che ci consegna l’edificazione della materia che, con i suoi tempi biologici e fisici, “costruisce” lentamente – in una sua preziosa peculiarità – un unicum importante e raro, come sa essere preziosa ogni forma di vita, già a partire dalla cellula stessa.

La materia ci trasmette dalla tela un percorso di luce, di luminosità, di vita com’è vita la luce stessa, attraverso un suo movimento e un suo persistente e ricorrente mutamento con continue vibrazioni e pulsazioni; Oliva quindi non ricerca una prospettiva di luce, ma la riceve direttamente dai suoi quadri, gli arriva naturalmente da quell’incessante fluire di materia che corre sulla tela, ne esce e prosegue in un cammino autonomo e inarrestabile, ben oltre i margini e i confini imposti dall’opera.

Oliva ci dona tante forme di vita

le più piccole, ma imprescindibili nel loro ruolo di motore, di crescita e rinnovo della materia, una materia che assumerà i contorni in cui ognuno di noi vorrà indagare e cogliere il proprio mondo, i propri pensieri, le proprie paure, ansie, ma anche certezze e positività, attraverso una libertà che Oliva ci dona in quella personale interpretazione dell’arte che sempre è alla base di un proprio viaggio interiore.

Proprio attraverso questa forma di arte e di espressione totalmente innovativa, si riuscirà ad individuare i disagi e le sofferenze dell’io, sarà quell’aiuto psicoterapeutico che l’arte, in particolare questa forma unica di arte, riuscirà a offrire per curare i mali dell’anima, individuandone e interpretandone i disagi.

E poi il colore

questa fonte di energia continua che non è scelta ma si fa scegliere di volta in volta attraverso una continua nascita di modulazioni infinite e di passaggi cromatici caldi, vibranti, come la natura in primavera, sempre pronta a rinascere e a mutare secondo lo spettro ottico e la predisposizione d’animo con cui ci si accosta all’opera.

Aprirsi all’espressione pittorica di Oliva vuol dire essere immersi nel sociale, è far parte del sociale e dell’universo, è sentirsi parte di un tutto

ogni singola cellula vive con e per le altre in uno scambio di solidale esistenza, laddove il singolo è artefice e parte integrante per strutturare un insieme più ampio e più esteso.

E’ una vita in movimento che non appaga, non potrà mai appagare perché – dopo il primo contatto – vi ricerchiamo nuove prospettive e sempre diversi linguaggi visivi; è un universo pittorico senza confini né quelli tracciati dall’umano scibile, né quelli che idealmente vorremmo nel nostro immaginario attribuire al cosmo: si tratta quindi di un linguaggio pittorico che vive oltre i limiti terreni per rinascere sempre sotto nuove forme e nuove dimensioni.

Questa innovativa, unica, personale, primitiva ma anche spaziale ricerca pittorica di Oliva ha saputo ricondurci al rispetto per la vita.


Le opinioni dei lettori

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori



The Gentlemen's family

ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST