fbpx
Usarci


La musica italiana ha una grandissima tradizione di cantanti e cantautori

Tra questi, ci sono quelli con la C maiuscola, che in questo caso non solo ne qualifica la grande professionalità, ma anche il nome.

Stiamo parlando di Claudia Lagona, in arte Levante, e del suo ultimo tour “Caos in teatro” a cui abbiamo partecipato per voi

In realtà abbiamo partecipato per noi, perché io e la mia compagna di stalking, Cecio, siamo letteralmente pazze di lei, tanto da essere al quarto concerto della cantante siciliana d’origine ma torinese d’adozione.

Dicevamo appunto, quattro concerti, di cui tre legati all’album “Nel caos delle stanze stupefacenti

Si potrebbe pensare che siano stati uguali o simili e invece no, in ogni occasione è riuscita a trasmettere un’emozione nuova e diversa. La tappa torinese di questo ultimo tour è stata ospitata dal Teatro Colosseo, creando un’atmosfera molto più intima e raccolta rispetto ai concerti a cui Levante ci ha abituati.

Anche lei infatti ammette “è strano vedervi seduti” perché nei concerti di Levante si balla e si canta, come se fossi sotto la doccia o davanti allo specchio con in mano la spazzola. Capace di tirarti fuori tutte le emozioni, capace di tradurre i tuoi sentimenti in parole e musica (“un giorno poi abbi cura di me, cura di noi / per ogni passo che ho fatto per venire fino a te / per quelli che farei, per quelli che farò”; ma anche “Poi siamo stati l’incrocio di due sguardi / Perfetti sconosciuti / L’amore ci ha cambiati, l’amore ci ha lasciati”). è stata anche portavoce di messaggi importanti contro la violenza sulle donne, come la canzone “Gesù Cristo sono io” (“Gesù Cristo sono io / moltiplicando tutta la pazienza / avrò sfamato te e la tua arroganza forse ti ho porto pure l’altra guancia.”).

Nell’atmosfera raccolta e intima del teatro è andato in scena il turbine di emozioni, passando per tutte le sue canzoni più famose, alcune reinterpretate in una versione più acustica

In occasione del 19 marzo, riedita per il pubblico una sua canzone più vecchia, rinominandola “Il Grande Assente”.

Ed è proprio dopo “Gesù Cristo sono io” che sembra finito lo spettacolo, un forte CIAO ed esce dietro le quinte. In un attimo la ritroviamo tra il pubblico a prendere una fan e portarla sul palco e cantare con lei il suo successo “Ciao per sempre”.

Da uno a cento, la nostra invidia è pari ai decibel che Levante raggiunge nei suoi acuti. Anche in questa data è stata passione pura, perché Levante è come il lettore CD quando tornavi a casa da scuola a 16 anni, come il sacchetto di gocciole quando nessuno ti guarda, come il bicchiere di gewurztraminer gelato dopo l’ufficio, pronta a capirti senza fare domande.

Photo credits by Michela Boidi


Le opinioni dei lettori

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori



Maina

ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST