fbpx
Usarci


Verbier – red – apres ski

Durerà circa 4 ore e mezza ed è incentrata su un vecchio pezzo degli Avener – Fade out lines – a sua volta ripreso da Fate out lines di Phoebe_Killdeer.

Tutto ruota su una identificazione ritmica dove sia la cassa e sia le songs sono sostituibili

E’ musica da chill out o e’ presa per i fondelli. Piace molto a chi ha tra i trenta e i quarantacinque anni. I 2000 non ascoltano questo tipo di musica che invece piace a chi e’ cresciuto nell’età del post edonismo attraversando la barriera del 2000 tra cafe’ del mar e costes. A me che ho 10 anni di piu’ da’ la sensazione del nulla. E’ l’unico tipo di musica che riesco ad ascoltare facendo altro. Anche se mi concentro su qualche operazione non mi distrae. Mentre se ascolto Immigrant song dei Led Zeppelin l’unica cosa che posso fare al di fuori dell’ ascolto è continuare a respirare.

Dovunque dai nostri sistemi amplificati ai nostri telefoni multimediali la musica fruibile deve essere il più inutile possibile. Perché deve creare nell’ascoltatore la più totale assenza di emozioni, lasciando una beata e intontita calma nella sua testa. Ma come per il vino, nel momento che nel mare di prodotti assimilabili a un tavernello spunta anche solo un Peppoli si vede e si assiste attoniti alla creazione del mito.

Come è possibile, ad esempio, che Adele o Ed Sheeran pur dotati di un talento innegabile siano assurti a semidei musicali? Semplicemente perché si beano del deserto che li circonda. E troneggiano come torri sumere nella piatta e indifferenziata proposta attualmente in commercio.

Perché in un mare di ciechi basta un orbo e li batte tutti

Secondo il mio parere di praticante musicista la voce migliore, fresca e unicamente bella attualmente e‘ quella di Rhianna. Poi in Italia Annalisa. Ma parliamo di voci. Non di musica composta o di emozioni fruite.

Mi si abbassa immediatamente il livello glicemico se ascolto la compressione effettuata su tutta la musica prodotta negli ultimi vent’anni, per portare sempre un volume costante per tutto il brano. Il procedimento e‘ semplice ma aberrante nella sua criminalita’ .
Il brano musicale viene portato a saturazione qualsiasi strumento suoni e qualsiasi volume musicale ci fosse originariamente.
Questo in modo che anche se il volume della tua autoradio è basso tu sentirai sempre allo stesso volume i pizzicati perche saranno sparati allo stesso livello di un assolo di tromba o di una rullata di tamburi.

Tu caro ascoltatore devi essere accalappiato non dalla bellezza del brano ma dalla continuità del suono

E sprofondare nel nulla più alienante.
Fino a 10 anni fa si parlava ancora di altafedelta‘ e di sistemi di riproduzione con elevatissime prestazioni e caratteristiche di morbidezza che ti facevano sembrare l’Eroica di Beethoven come suonata da un’orchestra davanti al tuo corpo vibrante. E si diventava un tutt’uno con la musica. Evidentemente oltre alla vendita di cd conveniva commercialmente stimolare l’ascoltatore verso nuove soglie di fedeltà d’ascolto. Ora, da quando si è scoperto lo streaming e la necessità di brani sempre più facili da trasmettere attraverso le reti wi fi, e quindi digitalizzati con notevoli amputazioni di frequenze simil mp3, nessuno parla più di alta fedeltà .

La musica è ritornata di bassa fedeltà perché trasmettibile più facilmente

Ascoltiamo addirittura opere premixate ad hoc per standard mp3 o apple con risoluzioni e dinamiche molto basse.
Le casse acustiche purtroppo possono essere anche quelle del telefonino, “tanto si sente lo stesso“. La musica umiliata dalla commerciabilità di se stessa sia a livello di contenuti e sia a livello di fedeltà. Ricordo con orgoglio casse acustiche di dimensioni superiori a una televisione da cui usciva un suono che avvolgeva morbidamente il tuo corpo prima delle tue orecchie. Mentre oggi assisto ad audizioni da casse bluetooth microscopiche che feriscono come aghi le tue orecchie e lasciano il tuo cuore anestetizzato e la tua mente spenta.

Dove sei finito kolonnello Kurtz con la Cavalcata delle valchirie di Wagner sparata da casse enormi attaccate agli elicotteri sulle spiagge vietnamite?
Mi manchi!


Le opinioni dei lettori

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori



Peccati di gola

ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST