fbpx
Usarci


In un Palavela che ha sempre sostenuto la squadra senza però evitare momenti di contestazione nei confronti della società, esprimendo anche solidarietà a Carlos Delfino (peraltro presente in tribuna), la Fiat Auxilum Torino ha ceduto all’overtime contro Cantù, dopo una partita sempre equilibrata che i torinesi avrebbero potuto aggiudicarsi senza particolari patemi.

Così il 96-106 finale pare addirittura un risultato bugiardo.

Bugiardo, certamente, ma non casuale. Troppi ancora gli errori difensivi, soprattutto sotto il ferro, dove Jefferson pareva poter fare il bello e il cattivo tempo contro Cusin e Mc Adoo, perlatro quest’ultimo in netta ripresa, almeno sul fronte offensivo.

Troppe ancora le azioni gettate alle ortiche, i tiri forzati, le situazioni poco fluide, decise magari soltanto dall’estro dei singoli. Che, paradossalmente, ieri non è mancato.

Basta guardare il tabellino: 21 punti di Tony Carr, 19 di McAdoo, 14 di Wilson, ma anche 16 di Hobson e 10 di capitan Poeta. Eppure non sono bastati a piegare una Cantù apparsa più solida, che ha trovato in Gaines (26) e Jefferson (22) i suoi terminali più pericolosi.

La giornata era iniziata con la lettera aperta del presidente Antonio Forni a tutti i tifosi in cui , in sostanza, si riconoscevano gli errori commessi, ma si lanciava un appello all’unità, specie in un momento così delicato.

Il tutto dopo l’addio di Larry Brown e l’allontamento di Carlos Delfino, che aveva lamentato pubblicamente presunte intromissioni societarie nello spogliatoio non gradite.

Il pubblico ha reagito con maturità, esponendo cartelli e striscioni a sostegno del campione argentino e contro la gestione Forni, ma senza dimenticarsi mai di sostenere la squadra.

Squadra che, seppur ancora troppo spesso disorientata, ha lottato, ha giocato punto su punto e alla fine ha ceduto soltanto al supplementare, nonostante Cantù avesse parecchi dei suoi migliori giocatori con la spada di Damocle dei 4 falli già spesi.

Adesso, al di là delle polemiche e in attesa di conoscere eventuali sviluppi sulla presunta trattativa per la cessione del club (o di parte di esso) la situazione di classifica, per la Fiat Torino, si fa grigia e complessa. L’Auxilium è ultima in classifica, a pari punti con Pistoia e Pesaro. E proprio contro i marchigiani, domenica alle 12,30, la squadra è chiamata a una sfida cruciale in cui sarebbe opportuno vincere e farlo con uno scarto di punteggio più largo possibile.

Il clima che si respira intorno alla squadra non aiuta, certamente, ma è proprio in questi momenti in cui occorre buttare il cuore oltre gli ostacoli. Coach Paolo Galbiati lo sa bene. L’augurio è che lo capiscano anche i giocatori.

Tabellino

Fiat Torino – Acqua San Bernardo Cantù 96-106

Torino
Wilson 14, Anumba ne, Carr 21, Poeta 10, Guaiana ne, Hobson 16, Stodo ne, Cusin 5, McAdoo 19, Jaiteh 2, Portannese ne, Moore 7; all. Galbiati
Cantù
Gaines 26, Mitchell 15, Blakes 15, Udanoh 14, Baparapè ne, Parrillo ne, Davis 11, Tassone 3, La Torre ne, Pappalardo ne, Quaglia ne, Jefferson 22; all. Pashutin

Foto https://www.auxiliumpallacanestro.com/


Le opinioni dei lettori

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori



Continua a leggere

Post precedente

A forza


Miniatura
Peccati di gola

ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST