The Gentlemen's family


Una delle scoperte scientifiche più interessanti degli ultimi anni riguarda i grandi benefici per la salute derivanti dal consumo abituale di frutta secca oleosa

Si tratta in particolare di noci, mandorle, nocciole, pistacchi, anacardi, arachidi, pinoli.
Sono ormai dimostrati gli effetti benefici derivanti dal consumo regolare di frutta secca sulla riduzione del rischio di malattie cardiovascolari, del diabete di tipo 2, del colesterolo LDL (e conseguente salute delle arterie e riduzione del rischio di sviluppare arteriosclerosi e demenza senile), della degenerazione maculare e della calcolosi.

Il consumo di frutta secca oleosa è promosso ampiamente dalla dieta mediterranea

poiché è un’ottima fonte di grassi “buoni” insieme all’olio extravergine d’oliva e al pesce azzurro. I grassi “buoni” fanno parte della serie omega 3 (e in parte omega 6) e permettono la riduzione dei livelli di infiammazione nel sangue. Solitamente la nostra dieta è molto più ricca di grassi “cattivi”, di origine per lo più animale, che sono invece pro-infiammatori.

Ecco perché è importante

da un lato, garantire l’introduzione di grassi “buoni”, e, dall’altro, un maggior consumo di prodotti di origine vegetale (frutta, verdura, cereali integrali e legumi) che forniscono sostanze antiossidanti e protettive e un bassissimo apporto di grassi “cattivi”. In questo modo otteniamo un perfetto equilibrio nel rapporto omega 3-omega 6 e tra acidi grassi saturi e insaturi. I grassi nella dieta sono fondamentali, ma ciò che conta è la loro qualità.


Le opinioni dei lettori

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori


Continua a leggere

Prossimo post

Giovedì


Post precedente

Martedì


ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST