fbpx
Usarci


Dolce, coloratissima e adatta a moltissime preparazioni diverse, la zucca è un ingrediente tipico del periodo autunnale e invernale

La troviamo gialla, arancione o verde, liscia, bitorzoluta o costoluta. Ogni varietà ha le sue peculiarità in cucina: una pasta più compatta o più acquosa, un gusto più saporito o più delicato, una consistenza più fibrosa o più tenera. In base a queste sue caratteristiche la zucca si presta a tanti utilizzi in cucina: come contorno, nei dolci, come condimento per la pasta, nel ripieno dei tortelli, nei risotti o nelle vellutate.
Dal punto di vista nutrizionale è un’amica della linea poiché è costituita per il 94% da acqua e per il resto è ricchissima di fibre, di vitamine (in particolare la vitamina A) e di sali minerali, tra cui potassio e fosforo. Chiaramente ciò che incide sulle proprietà nutrizionali di un piatto a base di zucca è la modalità di preparazione e il condimento utilizzato.

Vediamo come possiamo cucinarla.

In forno:

è bene tagliarla a fette spesse un paio di cm, senza eliminare la buccia; si può aggiungere rosmarino o qualche aroma a piacere e usare un filo d’olio extravergine, possibilmente a crudo, a fine cottura; si cucina in forno preriscaldato a 200 gradi, per circa 25 minuti o finché non si sarà ben ammorbidita (ricetta gustosa e light)

Al vapore:

una volta sbucciata la zucca, si taglia a a tocchetti di un paio di cm. Si porta l’acqua ad ebollizione in una pentola contenente un paio di bicchieri di acqua e si aggiunge il supporto per la vaporiera; si copre con un coperchio e si lascia cuocere la zucca per circa 20 minuti o finché non si sarà ammorbidita

Bollita:

si lascia cuocere per circa 20/25 minuti la zucca precedentemente sbucciata e tagliata a tocchetti piuttosto grandi

Vellutate e minestre:

grazie al suo sapore dolce, la zucca si presta perfettamente per la preparazione di vellutate e minestre, in abbinamento ad altre verdure o da sola. Utilizzare una zucca a pasta morbida e acquosa rende le minestre più liquide, viceversa per creme o vellutate più spesse si consiglia una zucca a pasta più compatta. Alcune idee sono: 1) la vellutata di zucca e carote da aromatizzare con noce moscata o zenzero; 2) minestrone di verdura con zucca e altre verdure autunnali; 3) crema di zucca e patate con profumo di rosmarino.

Risotto:

tostare il riso scelto – meglio se integrale – in una padella con poco olio per un paio di minuti e coprire con il brodo vegetale leggermente salato. Fare cuocere per circa 20 minuti e a questo punto aggiungere la zucca, precedentemente cotta al vapore (o bollita) e ridotta a purea semplicemente con l’aiuto di una forchetta. Completare la cottura e spolverare con noce moscata.

Condimento e ripieno per la pasta:

i ravioli ripieni di zucca sono un piatto tipico della tradizione culinaria dell’Emilia-Romagna, ma la zucca è perfetta anche come condimento per la pasta sotto forma di crema oppure a tocchetti come ragù. Si sposa particolarmente bene con le castagne, il rosmarino, i funghi, ma qualsiasi altro abbinamento con verdure di stagione, lenticchie, carne o pesce, può diventare delizioso.

Come ingrediente per i dolci:

grazie al suo sapore dolce e delicato, la zucca si presta perfettamente a diventare un ingrediente per i dolci, come torte soffici, muffin, biscotti e creme. Alcune golose idee sono la torta di zucca, rosmarino e cacao, i biscotti di zucca e mandorle, oppure i muffin con amaretti e zucca.

Per le torte salate:

una volta preparato l’impasto, preferibilmente integrale o con farina di farro, la zucca, precedentemente cotta al forno o al vapore, può essere utilizzata come farcitura della torta salata insieme a cipolle, patate, ricotta, scamorza, gorgonzola, stracchino o altri formaggi.

Come ingrediente di burger e farinate:

impastata con la farina di ceci o la purea di legumi la zucca rende i burger o le farinate molto colorati e sfiziosi.


Le opinioni dei lettori

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori



The Gentlemen's family

ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST