fbpx


Mouv’ è il nome di un partito politico valdostano creato da Luciano Caveri ed Elso Gerandin. Ma Spazio Mouv’, a Torino, non ha nulla a che fare con la politica valdostana. Probabilmente la scelta del nome, che indica il movimento, ha avuto una base comune.

Ma Spazio Mouv’ è nato nel cuore della movida subalpina di San Salvario, in via Silvio Pellico.

I prezzi, inevitabilmente, risentono della collocazione in un quartiere ad alta densità gastronomica. Ed almeno per il momento la concorrenza delle nuove aree prescelte per lo sviluppo dell’offerta culinaria (da Vanchiglia a Porta Pila) non si sente.

Però uscirete da Spazio Mouv’ con la consapevolezza di non aver sprecato i vostri soldi. E non è per nulla scontato, a San Salvario. Ambiente piccolo, curato (è anche una sorta di galleria d’arte con iniziative culturali), con un servizio molto “piemontese”, gentile, anche premuroso ma mai invadente. E lo chef che si presenta al tavolo per chiedere un giudizio sul piatto colpisce favorevolmente. Forse lo fa nella certezza di un commento favorevole, perché la trippa di baccalà e carciofi è squisita. Come è ottimo il ragù di salsiccia e pecorino che accompagna le tagliatelle.

Cucina di sostanza, piemontese ma allargata verso il mare. Non possono mancare la fassona battuta al coltello, il vitello tonnato, le acciughe al verde con burro di montagna. Ma tra gli antipasti figurano anche i gamberi e la bottarga sulle uova e carciofi.

La stessa contaminazione che compare tra i primi, con tajarin, plin (in brodo) e ravioli di cicale e patate. I secondi, oltre al baccalà, offrono anche piccione ed agnello. Classici, ed ottimi, i dolci, tra bonet, zabajone, Tarte tatin e pere caramellate.

Ampia la scelta dei vini ma soddisfacente anche il vino della casa, ed anche questo è un elemento non trascurabile proprio perché non molto frequente.

Promosso, dunque, a pieni voti. In attesa di un gemellaggio con il Mouv’ valdostano in vista delle prossime elezioni regionali.


Reader's opinions

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *




ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST