fbpx


Come recitava una famosa pubblicità: “questa giungla mi distrugge”, tanti impegni, ritmi frenetici, il lavoro che incalza e poco tempo per gestire la quotidianità; da oggi però non è piu’ un problema, perché sono arrivate le ragazze di intanTO!

Dall’idea di due mamme torinesi nasce il progetto intanTO, ossia un concept che ha l’obiettivo di risolvere i problemi quotidiani: quando faccio la spesa? Devo andare a prendere i miei figli a scuola? Devo pagare le bollette, quando vado? Ho bisogno di un certificato ma c’è sempre coda…, devo cambiare le gomme della mia auto? Avessi tempo dovrei andare a comprare un mobiletto da Ikea… questi “pensieri” ormai attengono al passato, infatti, sono arrivate le “infermierine” del tempo perso, il pronto soccorso alla nostra quotidianità: è arrivato intanTO.

Perché avete scelto il nome IntanTO?

Il nome dice già molto sulla nostra idea, IntanTO: avverbio di tempo, nel mentre, nello stesso tempo, indica contemporaneità: mentre tu lavori noi ti solleviamo dalle esigenze quotidiane, da quei piccoli problemi che quotidianamente dobbiamo risolvere e che ci creano stress e rubano prezioso tempo al nostro relax e alla nostra famiglia”.


Come è nata l’idea?

Siamo due mamme con due lauree nel cassetto e cento sogni da voler realizzare e milioni di cose da fare. IntanTO nasce proprio da questa premessa maggiore e per gioco abbiamo deciso di “aiutare” le amiche professioniste e super impegnate a risolvere i problemi che quotidianamente si presentano a casa, dal fare la spesa, a cambiare il medico della mutua, il cambio gomme, portare il bimbo dal dentista o al corso di inglese… Inizialmente il progetto è partito come servizio per le amiche ma poi in poco tempo, anche grazie al passaparola e al buon lavoro svolto, la nostra Community di mamme e papà in cerca di aiuto è aumentato esponenzialmente”.


Quali sono gli strumenti di gestione del Progetto?

Attualmente il nostro metodo di gestione delle richieste avviene tramite Whatsapp ma tra pochi mesi lanceremo il nuovo sito e l’applicazione mobile dedicata. Sul punto voglio ringraziare Guido Tabbia e Paolo Borri, amici e padri impegnati, che hanno messo a disposizione del nostro progetto la loro expertice professionale informatica e ci hanno fornito e ci stanno fornendo un solido sostegno per la progettazione degli strumenti necessari a rendere un progetto nato per gioco in uno strutturato e performante business imprenditoriale.


Qual è la vera forza del progetto?

In primis risolviamo problemi e questo solleva moltissimo i nostri Clienti ma a mio avviso l’elemento vincente è l’aspetto di fiducia che si crea con i fruitori del Servizio. Siamo, almeno per adesso, noi stesse ad occuparci direttamente e personalmente delle varie commissioni, come fossimo mamme/mogli/padri che lo fanno per la propria famiglia, e questo elemento viene molto apprezzato e ritengo sia l’arma vincente”.

Ad oggi operate solo su Torino?

Attualmente si, ma già abbiamo deciso di immaginare evoluzioni per arricchire il progetto, in un primo momento focalizzandoci sui servizi da offrire (quest’estate organizzeremo INTANTO Estate, una sorta di estate ragazzi che si rivolge a ragazzini delle scuole medie) poi magari in un secondo momento anche in altre città”.


Le opinioni dei lettori

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori



Maina

ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST