fbpx


All’Ufficio Postale di Sabato mattina.
Ci devo andare per pagare la bolletta telefonica.
Pandemia o non pandemia, quelle arrivano sempre molto puntuali.
Si entra uno alla volta muniti di mascherina. Non si accede fino a che non esce il cliente precedente.

L’impiegato dietro il vetro mi appare molto secco.
In effetti la mascherina non mi dona.
Manca la magia del sorriso.

“Deve rimanere dietro la riga gialla!” mi dice con tono perentorio indicandomi il segno per terra che faccio anche fatica a vedere bardata come sono.

Penso tra me che non è colpa mia se deve lavorare di sabato in pandemia.
Buona la rima dico tra me.
Ormai anche il “give me five “ si può fare solo in solitaria.

L’impiegato termina l’operazione tenendo il bollettino pagato vicino a sé.
Le soluzioni sono tre:
-Mi lancia il bollettino lui come fosse un aeroplanino.
-Mi tuffo in avanti io e supero la linea gialla.
-Rimaniamo a guardarci fino a lunedì.
Ovviamente la prospettiva non mi attira e sono costretta a protendermi per prendere il mio bollettino.

Tempi di dura prova per la coerenza e la pazienza del cittadino diligente!


Reader's opinions

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *



Maina

ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST