fbpx


A Torino, la città italiana in cui è nato, il cinema dialoga con la convivialità e lo fa in modo armonico, in un salotto torinese che tale è anche di nome, quello attribuitogli dalla sua ideatrice, Isabella Giunto, ovvero il “Salotto buono”.

Erano un tempo definiti salotti buoni i cosiddetti salotti letterari, luoghi di riunione, spesso in palazzi privati, in cui si ritrovavano periodicamente, per iniziativa di un anfitrione, intellettuali o personaggi protagonisti delle cronache mondane, per conversare su temi legati all’attualità culturale o politica.

I salotti buoni in Francia vantarono una ricca tradizione a partire dai tempi di Luigi XIV, quando ad intervalli regolari i borghesi altolocati o gli aristocratici riformisti erano soliti riunirsi presso una signora di mondo nei “bureaux d’esprit“.

Il “Salotto buono” torinese di Isabella Giunto, nato in uno dei quartieri cittadini più esclusivi, a due passi dai giardini di piazza Cavour e di piazza Maria Teresa, ha adottato con successo la formula urban-chic newyorchese, divenendo uno spazio raffinato e caldo al tempo stesso, arredato un po’ secondo i dettami di Ines de la Frassage, con specchi ovali dipinti e vissuti, tappeti, lampade e tavolini anni Cinquanta.

Nel secondo spazio del locale si apre una cucina con abbattitore ed attrezzi in grado di soddisfare anche lo chef più esigente.

Martedì 15 gennaio prossimo alle 19 ritorneranno nel salotto, accompagnati da un aperitivo, gli appuntamenti dedicati agli amanti del cinema con la presenza del critico cinematografico Steve della Casa, che racconterà gli aneddoti sulle pubblicità nascoste e sfacciate presenti nella commedia italiana, da Alberto Sordi a Mastroianni a Thomas Milian.

Martedì 22 gennaio, sempre al Salotto Buono, si terrà un incontro dedicato al laboratorio di calligrafia, condotto da Nadia di Manifattura Calligrafia e rivolto alla riscoperta del piacere della bella scrittura. All’incontro, che vuole anche essere un’occasione per migliorare il proprio stile di grafia, seguirà un Light dinner.

Il salotto buono è un ambiente che questa elegante e cordiale signora torinese ha creato trasformando completamente una ex officina meccanica, in via Provana 3/E, e creando un spazio nuovo ed accogliente, capace di trasmettere agli ospiti il calore di un salotto di una casa vera e propria, dotata anche di una cucina all’avanguardia, che può essere utilizzata da chi organizzata incontri, eventi o cene presso il Salotto.

Questo diventa il luogo ideale, infatti, per un brunch tra amici, ma anche per un meeting di lavoro o una festa di compleanno o una festa dei bambini.

Obbligatoria la prenotazione alla mail rsvp@ilsalottobuono.it


Le opinioni dei lettori

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori



Maina

ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST