fbpx
Usarci


Il giovane designer di casa Balenciaga

Gvasali, così come aveva già fatto l’artista contemporanea Adriana Valdez Young la quale aveva reinterpretato la famosa shopper, innalzata ad icona di stile della vita globalizzata, come “tessuto” per creare vestiti, ha deciso, aggirando i limiti del diritto d’autore, di trasformare un’icona del low cost in simbolo del lusso estremo.

Ebbene si, la “creazione” del giovane Gvasalia, nuovo genio della moda, non ha fatto altro che ricalcare in tutto e per tutto la famigerata e nazional popolare Frakta di lavorazione svedese

Tutto uguale? No, ci mancherebbe, stiamo parlando di moda, di alta moda e pertanto anche il prezzo è assai differente. All’apparenza identiche, molto grandi, azzurro elettrico, due manici, una è Frakta, la shopper del colosso svedese Ikea, valore 60 centesimi, l’altra è una borsa Balenciaga e costa 1700 euro. Il bello, in questo paradosso del lusso, è che non è stata Ikea a copiare Balenciaga come accade tutti i giorni con le copie «tarocche» delle grandi firme. Ma viceversa.

La risposta del colosso svedese però non si è fatta attendere

e infatti attraverso i suoi canali social ha pubblicato la seguente geniale risposta:

Queste le indicazioni da seguire, come se si trattasse di un capo di alta moda da distinguere da quelli contraffatti: 1) Scuotila, se il rumore è un fruscio, allora la tua borsa è vera; 2) la vera bag è multifunzione, può trasportare mattoni attrezzatura da hockey e persino acqua; 3)resistenza: la vera Frakta può essere risciacquata con un tubo da giardino quando si sporca; 4) il prezzo: la borsa vera costa solo 0,99 centesimo di dollaro. Resta il dubbio: quale vale davvero di più?

Dopo questa risposta ci viene da domandarci: chi è il vero genio della creatività e del marketing?


Le opinioni dei lettori

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori



Peccati di gola

ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST