fbpx


Nell’Italia del Conte Zio, di questo anno zero del dopo pandemia, quando ancora impera il morbo della paura, manca tutto. Manca il lavoro. Manca il denaro. Manca la scuola e l’educazione. Mancano sogni e prospettive. Manca un futuro per i giovani.

Non mancano, però, le vane promesse e i proclami. Né mancano le commissioni di esperti. Oltre 500 nei mesi trascorsi. Per produrre trovate geniali come le visite generosamente “concesse” a incogniti parenti di sesto grado, o come la ridda di autocertificazioni che siamo stati costretti a compilare per avere il salvacondotto per scendere a comprare il latte nel negozio sotto casa…. Per inciso la tanto criticata e demonizzata Angela Merkel ha governato la crisi in Germania con l’ausilio di sette consiglieri. E la differenza nei risultati è sotto gli occhi di tutti quelli che non hanno svenduto il loro (evidentemente già limitato) comprendonio al mercatino del Grande Fratello…

Comunque, ora siamo nella fase tre. Cosa significhi, sinceramente, mi risulta oscuro. Ma dovrebbe per lo meno implicare la fine di queste famose Tatk Force. Con grande sollievo del pubblico erario. E del buon senso.
E invece….

E invece, come scrive Max Weber, non vi è sistema più difficile da scardinare della burocrazia. Soprattutto se inutile. Perché ha la forza dell’inerzia, e tende a permanere nel suo stato. Ad allignare come parassita…
E così invece che diminuire le Task Force che affiancano il governo più inutile della nostra storia – roba da far apparire esempi di efficienza quelli “balneari” guidati da Giovanni Leone nella compianta Prima Repubblica – stanno aumentando.

L’ultima, però, è clamorosa. Una Task Force di scienziati che dovrà fornirci direttive su come gestire in sicurezza… l’attività sessuale.
Già, proprio così, anche se può sembrare una barzelletta spinta. E invece sembra proprio vera.

Sinceramente, non mi sono interessato a quali luminari siano stati chiamati dal Conte Zio a controllare l’esuberanza degli italici ormoni. Anche se mi sembra che in qualche modo, vi sia implicata la Durex. Premiata produttrice di preservativi d’ogni tipo. O “goldoni” come li si usa chiamare nelle mie terre, forse evocando l’ombra del grande commediografo….

Comunque, la domanda che mi pongo è: ma che diamine può significare “sesso sicuro” ai tempi del COVID19?

Cosa sanciranno e decreteranno tali esperti?
Ci inviteranno a rapporti sessuali distanziati? Roba da mettere a dura prova il raffinato immaginario tecnico del Kamasutra…
Oppure ci solleciteranno ad una assidua pratica onanistica? Con grande beneficio di oculisti ed ottici… Ma che ne direbbe Papa Bergoglio?

Forse, però, il vero quesito dovrebbe essere un altro. Come faranno a far rispettare le regole imposte? Useranno i droni per vigilare sulla pratica perniciosa della camporellla, come per i runner che correvano sulla spiaggia? Arruoleranno schiere di guardoni, come già hanno fatto per le spie da balcone? E poi, ricevuta la delazione, manderanno le forze dell’ordine a far irruzione nei luoghi privati ove si consuma (letteralmente) il reato?
Roba che neppure nella Firenze di Savonarola, neppure nella Ginevra di Calvino…

Ed è qui il nocciolo della questione. Al di là delle facili battute di cui mi scuso con le mie poche, ma gentili e signorili lettrici.
Questa Task Force, probabilmente, servirà, come tutte le altre, per piazzare amici, vecchi compagni di scuola , cugini… E dare loro una sostanziosa renumerazione. Tuttavia adombra un atteggiamento pericoloso. Un moralismo non più religioso, ma sanitario imposto per legge. Un abuso dei diritti e delle libertà più intime degli individui. Un bigottismo senza precedenti, che fa sembrare i vecchi puritani degli autentici libertini…

Conviene pensarci bene. E magari cominciare ad organizzare una fronda e un’opposizione seria e decisa.
Forse, noi che non vogliamo venire controllati anche in questa sfera con qualche App, potremmo trovare un leader che guidi la rivolta. Propongo Rocco Siffredi…


Reader's opinions

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *



Maina

ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST