fbpx
Usarci


È di queste ore la notizia del divorzio di Jennifer Aniston e Justin Theroux, dopo due anni di matrimonio e sei di relazione.

Una narrazione come tante altre: due persone si incontrano, si amano, si scontrano e infine si lasciano.

Perché parlarne allora?
Perché lei, è l’indimenticabile Rachel di Friends e prima moglie di Brad Pitt.
Lei, è la donna che nel 2016, quando la davano incinta un giorno si e l’altro pure, scriveva una lettera aperta all’Huffington Post dicendo di essere “stanca di questa storia”, mettendo a tacere i tabloid di tutto il mondo e sdoganando una questione complessa come quella della maternità.

Ma il tema che più di tutti mi colpisce è l’idea secondo cui possa finalmente chiudersi un cerchio: il ritorno di fiamma con Brad Pitt.
Lo stesso uomo (bello eh, nulla da dire) che l’ha tradita e la cui separazione risale al 2005, tredici anni fa. Ricordo un’intervista del 2011 da cui Pitt poi si dissociò, sostenendo che le sue parole fossero state “mal interpretate”, in cui la Aniston veniva descritta come “deprimente e patetica”.
Dunque. Mi metto per un secondo nei panni della Aniston e piuttosto che tornare col mio ex, scappo con un biglietto di sola andata per le isole Svalbard e una boccia di cicuta in tasca per sicurezza.

Ma non c’è da stupirsi. La figura dell’attrice, è stata sempre tracciata in rapporto agli “attori” che le gravitavano intorno o direttamente per stereotipi: donna tradita, madre mancata, vittima o zitella affranta.
Fra questi, il concetto di “madre mancata”, è particolarmente appassionante: perché si sa, la felicità di una donna è inevitabilmente subordinata dalla maternità.
Ah. Probabilmente la mia rappresentazione di felicità è un po’ diversa
Esempio: io ora sono (come sempre) a dieta ferrea perciò in questo preciso momento, la vera felicità sarebbe un gigantesco panino crauti e porchetta (sono pure vegetariana, quindi vi lascio immaginare).
Felicità, sarebbe poter vedere gli automobilisti della domenica nella corsia di destra o, per essere romantica (o stucchevole, dipende), il sorriso dei miei nipoti.

Insomma, la Aniston è regolarmente oggetto di speculazione, sia che si tratti della sua vita privata sia nel merito delle sue scelte personali.
In compenso, a quarantasette anni è stata nominata da People “La donna più bella del mondo”, titolo già conquistato quattordici anni fa.
È fra le cinque star di Hollywood più pagate al mondo. I suoi look sono fra i più copiati (ebbene si, lo ammetto, anche io feci il taglio da fungo atomico in piena epoca Friends), è riservata, intelligente e con un gusto eccellente in fatto di uomini.
What else?


Le opinioni dei lettori

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori



Peccati di gola

ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST