fbpx
Usarci


Nasce una nuovissima forma esperienziale nel trasporto di lusso nautico: il primo performance sports yacht Classe R di Princess farà il proprio debutto al Cannes Yachting Festival a settembre 2018.

L’R35 è il risultato della prestigiosa collaborazione tra Princess Yachts, colosso britannico leader nella produzione di lussuosi yacht a motore, Ben Ainslie Racing Technologies, esperti di nautica impegnati con la Gran Bretagna per la vittoria della Coppa America, conosciuta come la Formula 1 della vela, e Pininfarina, casa di design italiana del lusso.

L’R35 è un raro connubio tra eleganza e tecnologia. Spesso il design è un trionfo della bellezza sulla funzione o della funzione sulla bellezza. Princess è stata in grado di sviluppare uno yacht tecnologicamente rivoluzionario e straordinariamente bello. Un’esperienza nuova sotto ogni aspetto, tuttavia immediatamente riconoscibile quale yacht Princess”, afferma Antony Sheriff, Presidente Esecutivo di Princess Yachts.

“Con l’R35 volevamo trasmettere pura emozione. Con la E maiuscola”, spiega Paolo Pininfarina, Presidente del Gruppo. “L’emozione provata da un bambino la prima volta che vede un aereo. La sorpresa per l’ignoto insieme allo stupore per la bellezza e la potenza. L’R35 incarna questi tre fattori: uno yacht d’avanguardia con una pelle straordinaria ed un cuore da sprinter.

L’R35 è nata sotto gli imperativi di innovazione e rivoluzione, capace di abbinare un design sorprendente, qualità senza pari e tecnologie avanzate per offrire un’esperienza completamente unica. L’R35 di Pincess si pone con spirito pioneristico quale capostipite di una nuova era per l’offerta di prodotti dell’azienda e per l’intero mercato degli yacht.

Gli esterni sono stati progettati da Pininfarina che, in questo progetto, ha volto lo sguardo verso le proprie origini concentrandosi sull’attenzione ossessiva per l’aerodinamica del suo fondatore, Battista “Pinin” Farina, che ha plasmato il DNA dell’azienda, basandolo su linee pure ed eleganti tracciate a servizio della velocità e della performance.

Come per le auto sportive, la bellezza deve sempre essere integrata con la funzione. Seguendo questo approccio Pininfarina ha creato e ottimizzato, grazie alle ultime tecniche di Fluidodinamica Computazionale, forme modellate dal vento e ha introdotto prese d’aria nello scafo con un duplice scopo: funzionale, poiché raccolgono aria per i motori e la espellono spazzando via il vortice di coda e migliorando così il comportamento aerodinamico; estetico, in quanto l’ala che copre le prese d’aria forma l’opera morta della barca trasformandosi nel vero segno distintivo del progetto, rendendolo una nuova icona.


Le opinioni dei lettori

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori



Peccati di gola

ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST