fbpx


I credenti hanno avuto conferma che i miracoli esistono. Gli altri, e grazie a Bergoglio sono sempre più numerosi, si interrogano su cosa possa essere davvero successo: Mattarella ha parlato e ha detto qualcosa in difesa dell’Italia e degli italiani.

Ovviamente adesso tutti restano in attesa di una correzione di rotta, di una marcia indietro, di un mazzo di rose inviato a Crudelia Lagarde.

Perché, in fondo, il presidente della Bce ha fatto solo il suo mestiere, favorendo la speculazione contro l’Italia e cercando di mettere una pietra tombale sull’Unione europea. Intesa non come struttura tecnocratica e burocratica ma come alleanza di popoli. Un’idea totalmente estranea a Crudelia Lagarde, alla Bce, ma anche al ministro italiano Gualtieri che è un grande difensore di Crudelia e della Banca centrale europea.

Crudelia, a differenza di Draghi, ritiene che la Bce non debba intervenire per evitare la speculazione contro l’Italia in un momento di evidente emergenza. I mercati devono essere liberi di speculare, di affossare la Borsa, di affamare una nazione. D’altronde il governo di Giuseppi e di Gualtieri non sta facendo assolutamente nulla per evitare tutto questo. Si denunciano, per speculazione, i commercianti che aumentano a dismisura i prezzi di mascherine e gel disinfettanti, ma la grande speculazione finanziaria è libera di agire.

Forse Mattarella avrebbe potuto dire qualcosa anche su questo, ma i miracoli non avvengono in serie.

Così bisogna far finta di nulla ed attendere la stangata colossale che Giuseppi e Gualtieri prepareranno contro gli italiani, in accordo con Crudelia e Von der Leyen. Non proprio l’asse carolingio su cui ricostruire l’Europa, anche se una è francese e l’altra tedesca. Un asse che mette fine a qualsiasi sogno di unione, di collaborazione. L’Italia ha commesso una infinità di errori, se no non ci ritroveremmo con Giuseppi e Gualtieri. I governatori di molte regioni andrebbero spediti in esilio su un’isola deserta per riflettere sugli sprechi immensi. Ma Crudelia no, non ce la meritiamo comunque.


Reader's opinions

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *



Maina

ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST