fbpx
Usarci


La regione delle palpebre superiori e del sopracciglio sono fondamentali per l’armonia delle linee del viso.

Questo perché influiscono particolarmente sul nostro sguardo, che, soprattutto in giovane età, appare fresco e accattivante: da giovani le palpebre sono toniche e il sopracciglio è “ben sollevato”.

Con il passare degli anni, però, queste cominciano ad apparire più svuotate e l’arcata sopraccigliare perde la sua forma iniziale, scivolando a ridosso della palpebra superiore.

Lo sguardo così si appesantisce e invecchia: una condizione determinata dal naturale processo di invecchiamento della pelle, del grasso e delle loro strutture di sostegno.

Per questo motivo l’oculoplastica si è impegnata particolarmente nello sviluppare e perfezionare tecniche che possano contrastare il naturale invecchiamento della pelle.
Una di queste è il lifting sopracciglio.

Lifting del sopracciglio: quando intervenire?

Con il passare degli anni le palpebre superiori cedono.
Questo accade perché il grasso adiposo che le riempiva si riassorbe.

La mancanza di grasso priva la palpebra del suo volume naturale, influendo sullo sguardo, che, da tonico e luminoso, diventa stanco e appesantito.

A causa di un indebolimento delle strutture fasciali della fronte, poi, il sopracciglio cede verso il basso fino a coprire tutta la palpebra superiore.

Filler , botulino e lifting del sopracciglio: le tre vie in grado di aprire lo sguardo

Le opzioni per ridonare tonicità alle zone appesantite sono tre: il botulino, il filler a base di acido ialuronico e il lifting sopracciglio.

I primi due trattamenti sono spesso utilizzati nei casi più lievi, quando il paziente, ancora giovane, comincia a intravedere i primi segni di cedimento.
• il botulino (https://oculoplastica.it/service/botulino/), permette di elevare chimicamente il sopracciglio di uno o due millimetri.
• il trattamento con filler (https://oculoplastica.it/service/filler-acido-ialuronico/), invece, ridona tono al tessuto cutaneo, risollevando il sopracciglio “svuotato”.

A volte, però, il processo di cedimento è ormai arrivato a uno stadio avanzato: in questi casi l’unica via in grado di risolvere il problema è l’intervento mirato di lifting del sopracciglio.

Infatti, se il sopracciglio è scivolato troppo verso il basso è fondamentale riposizionarlo nella sua sede naturale.

È questo il compito dell’intervento: innalzare l’arcata sopraccigliare.

Sarà il medico oculoplastico (https://oculoplastica.it/dr-graziani/) a decidere quale strada intraprendere, a seconda della gravità dei casi e in base alle esigenze di ogni paziente.


Le opinioni dei lettori

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori



MEDICAL LAB

ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST