fbpx
Usarci


Saltellando da un social all’altro, fra i trend topic di Twitter e in prima posizione su Google Trends qualche giorno fa avevamo Mattino Cinque, Federica Panicucci e Francesco Vecchi.

La curiosità è donna (si sa) e se dicessi che disdegno un po’ di sano gossip, sarei ipocrita.
Quindi cosa ho fatto? Mi sono informata naturalmente!
Scopro allora che Striscia la Notizia, la scorsa settimana ha mostrato agli spettatori un fuori onda in cui sentiamo Federica Panicucci inveire contro Francesco Vecchi, reo di essersi dilungato troppo con un servizio sulle contestazioni a Livorno nei confronti di Giorgia Meloni. Fermi tutti: chi è Francesco Vecchi e cos’è Mattino Cinque?

Datemi pure della snob ma da due anni a questa parte, il decoder Sky non consente la visualizzazione dei canali Mediaset. Non è una grande perdita, soprattutto quando hai Netflix e compagnia bella ma questo mi impedisce la visione di programmi come Grande Fratello, Isola dei Facinorosi, De Filippi & Co. e appunto, Mattino Cinque. (Dio sia lodato… posso dirlo vero?)

Mi guardo allora il video incriminato e sento la voce di una Panicucci imbestialita quasi quanto i suoi famosi capelli, ma senza la messa in piega.
Iniziamo bene con un “è un cretino” e terminiamo non benissimo con un “testa di c****”.
Memorabile.

Ok, facciamo le persone serie e torniamo a parlare di social, dove naturalmente è subito: “brutta cafona”, “cocca di Berlusconi“, “falsa”, “strega”, “caduta dal piedistallo”, “da prendere a calci nel c***” eccetera, eccetera, eccetera.
Sia chiaro: della Panicucci ricordo solo gli interminabili capelli alla Raperonzolo. E non nutro particolari simpatie nei suoi confronti, ma c’è di bello che la rete non si smentisce mai.
Forse, i zelanti utenti, sono tutti misantropi incalliti. Probabilmente non sanno cosa sia un team di lavoro, non conoscono le dinamiche di gruppo o più semplicemente preferiscono usare mouse e tastiera come busta da rigurgito. Non lo so.

Sta di fatto ,che se dovessero registrarmi o riprendermi (non sia mai) in una situazione simile a quella vissuta da Panicucci e Vecchi, altro che “cretino”.
Il mio, è un repertorio decisamente più vivace.
Lasciatemelo dire: rivendico il suo (e il mio) “diritto alla collera” e sinceramente, ritengo questo servizio l’ennesimo pasto succulento, utile solo a sfamare il livore pubblico.
Livore che si traduce poi nelle tradizionali sheetstorm che tutti conosciamo.


Le opinioni dei lettori

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori



Peccati di gola

ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST