fbpx
Usarci


L’ultimo in ordine di tempo è stato il ministro Orlando

Ma in questa campagna elettorale non c’è esponente politico di primo piano che non prometta che dopo le elezioni non ci saranno inciuci.

Nessuna Grande Coalizione, dunque. Ma ne siamo davvero certi?

Intanto agli elettori deve essere venuto il dubbio. Ma se si insiste così tanto e così spesso su questo argomento, non è che poi tutti la pensano in modo contrario? In fin dei conti, chi ha mai chiesto ai leader dei vari partiti se intendono dar vita a coalizione anomale una volta venuti a conoscenza dell’esito del voto? Eppure tutti sono pronti a giurare e spergiurare nel futuro parlamento non ci saranno, mai e poi mai, alleanze trasversali.

Vien da pensare alla famosa conferenza di Monaco di Baviera

Correva l’anno 1938 e si era alla vigilia del più disastroso conflitto che la storia conosca. In quella sede i rappresentanti di Gran Bretagna, Francia, Germania e Italia si sperticavano in dichiarazioni votate alla pace e alla fraterna convivenza tra i popoli. Intanto, però, avevano riempito i loro arsenali di armi di ogni genere, e tra le più moderne e micidiali. Ma dopo meno di un anno dalla chiusura dei lavori la guerra scoppiò in tutta la sua devastante ferocia. In barba alle dichiarazioni di pace pronunciate poco prima.

“Excusatio non petita…” dicevano i latini “accusatio manifesta”. “Chi si scusa si accusa”, si sarebbe detto in tempi più recenti

Tutto questo assicurare il cittadino elettore che se voterà per un partito o una coalizione potrà stare tranquillo che il suo voto non servirà a sostenere un governo diverso dalle sue intenzioni, puzza di bruciato. D’altra parte questa pessima legge elettorale era stata studiata proprio per favorire alleanze trasversali, visto che si sapeva fin dall’inizio che nessuno avrebbe potuto raggiungere un consenso tale da poter governare da solo.
Ma quel che sembrava ovvio solo qualche mese fa, allorchè il Rosatellum fu approvato, non sembra esserlo più adesso. E alleanze che allora parevano possibili oggi rischiano di non esserlo più.

Staremo a vedere…


Le opinioni dei lettori

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori



The Gentlemen's family

ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST