fbpx


Manette ai grandi evasori. Certo, il sultano di Arcore si innervosisce ma chi le tasse le paga (magari perché è costretto) non può che essere soddisfatto per una decisione che dovrebbe stanare i furbetti rendendo giustizia agli onesti. Già, giustizia, in Italia. Praticamente un ossimoro.

Ed allora la legge contro gli evasori si trasforma in un rischio non per chi non paga le tasse ma proprio per chi è onesto e, proprio per questo, rischia di finire stritolato da una giustizia che non ha nulla di giusto.

Non bastano i magistrati del tribunale dei minori di Bologna che si autoassolvono? Non basta la sentenza, definitiva, che assolve tutti all’Olivetti dove evidentemente, secondo la giustizia italiana, i lavoratori si sono suicidati facendosi venire il mesotelioma? È già un miracolo che i parenti delle vittime non siano stati condannati a pagare i danni ai poveri padroni per averne danneggiato l’immagine.

Ed è a questi giudici che si vorrebbero affidare le manette anche per i problemi fiscali? Possibile che nessuno ricordi la valanga di cartelle pazze e totalmente sbagliate inviate ai contribuenti onesti? Gli errori madornali commessi dall’Agenzia delle entrate in merito alla valutazione di compravendita di immobili?

Essere in balia di questa giustizia è un rischio costante per gli onesti, non per i grandi evasori che hanno le risorse per pagare i migliori avvocati in grado di dimostrare che l’amianto in fabbrica fa bene e se non fa bene vuol dire che lo hanno portato i lavoratori.

È pericoloso introdurre nuove misure di repressione senza prima aver messo mano ad una rivoluzione del sistema giudiziario.


Reader's opinions

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *



Maina

ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST