fbpx
Usarci


Notoriamente, settembre è il mese dedicato alla Madonna Madre di Gesù Cristo. Lo conferma il calendario cristiano delle festività e celebrazioni dei santi: nei trenta giorni che compongono il nono mese dell’anno solare, sono ben tre i giorni dedicati alla ‘Santissima Madre di Dio’.

Infatti, il giorno 8 è santificato dalla ‘natività della Beata Vergine Maria’, che secondo la tradizione ebraica era nata da Gioacchino, un membro della Casa di Davide e santo della religione cristiana, e Anna, anch’essa santa cattolica e appartenente alla casta dei sacerdoti tradizionalmente discendenti dalla stirpe di Levi.

Mentre il 12 si celebra il ‘santissimo nome di Maria’, a rievocare il grande amore della madre terrena per il figlio santissimo (Martyrologium Romanum) del quale aveva ricevuto l’annunciazione angelica e il concepimento divino, che Papa Innocenzo XI impose a commemorazione dell’alleanza austro-polacca del 1683 a difesa di Vienna assediata dai Turchi.

Infine, il 15 ricorre ‘la Beata Vergine Maria Addolorata’, festa che ricorda i sette dolori patiti da Maria durante la vita a causa di Gesù, di tradizione alto-medievale ma stabilita definitivamente nel 1233 quando alcuni nobili fiorentini intenti ad esprimere lodi d’amore alla Madonna secondo lo stile romantico del tempo si accorsero che l’immagine divina si animava e apparve ‘addolorata’ e vestita a lutto.

La figura mariana, cui si associa uno dei culti devozionali più antichi della cristianità, è strettamente connessa alla ‘grazia’ che per tramite della piissima e santa madre del Cristo è possibile ricevere da Dio, anche attraverso l’intercessione dello stesso Gesù, che aveva investita del ruolo di mediatrice fra il Cielo e gli uomini in punto di morte sulla croce (passaggio di Ecce Homo).

Nel corso della storia cristiana più volte la Madonna assurse a figura centrale necessaria a rinvigorire la fede e la dedizione dei cristiani, distratti dalla mondanità o dalle eresie e proteste circolanti in Europa.

Già nel 431 d.C., infatti, il Concilio di Efeso le riconobbe il titolo ufficiale di ‘Madre di Dio, nel pieno della acerrima lotta fra l’ortodossia difesa dall’Impero e dai Vescovi e le eresie monofisiste e ariane diffuse in buona parte della cristianità e anche fra i pagani e i barbari.

Tempo dopo fu esaltato il ruolo del Rosario, la preghiera che meglio esprime la capacità della Madonna di intercedere presso Dio per concedere ai defunti una vita ultraterrena serena e benedetta.

Finché nel XX secolo d.C. la figura di Maria è tornata prepotentemente al centro della fede occidentale grazie alle ‘apparizioni’ di Fatima, Lourdes e Medjugore, durante le quali la Madonna è divenuta anche messaggero divino e protettrice di Papa Giovanni Paolo II in occasione dell’attentato subito in Piazza San Pietro.

Ma la sua ‘grandezza’ spirituale era già ben nota nell’Antico Testamento nel passo della Genesi (3,15) che annuncia la rivalità perenne tra la donna e il serpente e le rispettive stirpi, rivalità infine ribadita nel libro ultimo dell’Apocalisse, nel racconto della ‘donna di luce’ che fugge nel deserto per proteggere il suo figlio santissimo dall’attacco dell’antico drago.

Insomma, siamo al cospetto della principale entità santa del Cristianesimo, che ci invita a pregare e chiedere la grazia di Dio per le nostre colpe. E forse varrebbe la pena di ascoltarla e affidarci. Almeno per questo mese…


Le opinioni dei lettori

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori



MEDICAL LAB

ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST