fbpx


Gli exit poll fatti filtrare ad arte indicano un successo dei partiti “verdi” non nel senso di filo leghisti ma di ambientalisti. Effetto Greta? Probabilmente no.

Perché, in tal caso, non si spiegherebbero i sondaggi pesantemente negativi per gli ambientalisti italiani.

La fastidiosa ragazzina ha imperversato anche in Italia e non c’è dubbio che sotto l’aspetto dei disastri ambientali l’Italia sia da tempo ai primi posti. Non è solo il problema della Terra dei fuochi, della pessima gestione dei rifiuti, dei fumi tossici delle fabbriche. La devastazione ambientale comprende la speculazione edilizia sulle coste più belle, la realizzazione di orrendi hotel e seconde case in montagna, la mancanza di depuratori effettivamente funzionanti, la mancata pulizia dei boschi e la manutenzione dei rivi sulle Terre Alte con conseguenti smottamenti e frane. E poi l’inquinamento provocato da chi, per risparmiare, non utilizza materie prime riciclabili in fase di produzione. E ancora la pessima gestione della raccolta differenziata che si è trasformata in un costo maggiore a fronte di un servizio pessimo.

Eppure il partito ambientalista italiano non piace, non convince. Sicuri che sia solo colpa degli elettori superficiali, distratti, pigri, egoisti? Non è che il mancato successo, secondo i sondaggi, sia dovuto alla scelta di candidature sbagliate? Alle ennesime comparsate di politici riciclati, dimostrazione evidente che riciclare non sempre è una buona pratica?

Non basta difendere posizioni condivisibil, occorre anche essere credibili. E se i sondaggi verranno confermati, in Italia ed in Europa, diventerà indispensabile per i sostenitori nostrani del partito verde andare a scuola dalle formazioni ambientaliste del resto d’Europa. Non per approfondire i temi della difesa del territorio, ma per imparare a disfarsi della zavorra che frena i verdi italiani. Usando la raccolta differenziata, s’intende.


Le opinioni dei lettori

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori




ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST