fbpx
Usarci


Il mercato mondiale dell’auto è cresciuto, nel 2017, del 2,5% per un totale di 71,3 milioni di nuove vetture consegnate.

Sono i primi dati, ancora provvisori, forniti dall’Anfia sulla base delle stime di Business Monitor International. E per l’anno in corso le previsioni indicano un’ulteriore crescita che porterà a quasi 74milioni di nuove immatricolazioni.
A crescere maggiormente, nel 2017, sono stati alcuni Paesi dell’America Latina, dall’Argentina (+23,9%) al Brasile (+9,9%). Ma anche per la Russia l’incremento è a due cifre (+11,9%), con prospettive di un 2018 all’insegna di una crescita ancora superiore. In America del Nord, invece, si registrano flessioni dell’1,9% negli Usa e del 4,6% in Messico, con il solo Canada in fase positiva (+4,4%). Quanto all’Asia, il Giappone cresce del 5,8% e la Cina dell’1,4%. Quello cinese si conferma il maggior mercato mondiale con 24,7 milioni di immatricolazioni, davanti a Stati Uniti (17,1 milioni) ed Europa a 28 più i tre Paesi Efta (Islanda, Norvegia e Svizzera) che chiude l’anno con 15,6 milioni di nuove vetture consegnate.

Gian Primo Quagliano, presidente del Centro studi Promotor, sottolinea che la crescita europea è stata del 3,3% e che praticamente l’andamento positivo riguarda tutti i mercati continentali con l’eccezione della Gran Bretagna e dei tre piccoli mercati di Finlandia, Danimarca e Irlanda. Molto positivo l’andamento nell’Europa Orientale e in ripresa, solo sul fronte dell’auto, anche la Grecia. Quagliano assicura che il mercato europeo crescerà ulteriormente quest’anno e nel 2019.


Le opinioni dei lettori
  1. Simone   On   14 febbraio 2018 at 9:48

    Dati positivi, sicuramente, ma sarebbe interessante avere delle opzioni ad energia alternativa per quanto riguarda questo mercato.

    • Augusto Grandi   On   14 febbraio 2018 at 10:21

      La Cina sta investendo moltissimo sull’auto elettrica ed essendo ormai il più grande mercato mondiale, i costruttori dovranno adeguarsi. Anche alcuni Paesi europei puntano ormai con decisione sull’elettrico. L’Italia è in ritardo

  2. Gianluigi   On   16 febbraio 2018 at 20:06

    L’Italia è in ritardo? Strano…
    Un esempio molto semplice e forse stupido se messo in relazione all’articolo ma i marchi italiani hanno messo sul mercato i suv (levante e Stelvio) almeno 3 anni dopo tutti gli altri marchi… come si può essere competitivi? Figuriamoci sull’elettrico!!!!
    Una domanda notizie della Tesla? Fallisce o no?

    • Augusto Grandi   On   17 febbraio 2018 at 7:29

      Fca ha fatto scelte diverse dagli altri. Marchionne non è mai stato entusiasta dell’elettrico. E Tesla non fallisce

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori



Peccati di gola

ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST