fbpx


La Ferrari ha trovato un campione. Non il rodato Vettel ma il giovanissimo monegasco Leclerc. Già nel primo Gp di stagione Leclerc aveva dimostrato di andare più forte del tedesco ma la scuderia gli aveva imposto di non sorpassarlo.

Ieri, nel Gp del Bahrein, il monegasco che aveva conquistato la pole si è fatto bruciare in partenza da Vettel per poi passarlo senza troppi problemi andando a condurre per gran parte della gara mentre il tedesco pasticciava.

Avrebbe meritato di vincere, Leclerc, ma sul finale ha avuto problemi di motore ed è stato superato dalle Mercedes di Hamilton e Bottas. Ed ha salvato il terzo gradino del podio solo grazie all’ingresso della safety car che ha impedito a Verstappen di sorpassarlo. Quinto Vettel. Da notare, nelle prime 10 posizioni, i nuovi piloti che sono andati a punti per la prima volta, Norris e Albon. L’unico italiano in gara, Giovinazzi, è arrivato undicesimo con l’Alfa Romeo.

Nessuna sorpresa, invece, in Moto Gp. Marquez (su Honda) vince con facilità,anche eccessiva, il Gran Premio di Argentina precedendo Valentino Rossi (Yamaha) che a lungo ha lottato con Dovizioso (Ducati) arrivato terzo per problemi con le gomme. Ovviamente si spera che Marquez e la Honda siano stati favoriti da un circuito particolarmente adatto al pilota ed alla moto, in modo da evitare lo strapotere che ha caratterizzato il finale della scorsa stagione.


Le opinioni dei lettori

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori




ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST