fbpx
Usarci


Guerra civile europea. Emmanuel Macron, presidente della Francia per grazia non di Dio ma della finanza internazionale, non usa le parole a caso. I suoi datori di lavorano indicano in modo chiaro e preciso ciò che deve dire e fare e lui, Macron, esegue.

Dunque quando ipotizza, o minaccia, una guerra civile sa benissimo di cosa parla e sa ancor meglio quali messaggi intendono mandare i suoi burattinai e a chi devono essere indirizzati.

Il discorso di Macron sui rischi di guerra civile europea è rivolto, innanzitutto a Budapest dove le Ong finanziate dagli avversari dell’Ungheria sono scese in piazza per protestare contro un popolo che ha riconfermato Orban alla guida del Paese con una maggioranza schiacciante e dove la più forte opposizione è quella di estrema destra mentre gli amici di Macron superano di poco il 10%. Viene da ridere a pensare ad una guerra civile in Ungheria su queste basi, ma i criminali che finanziano le Ong hanno creato guerre e morti anche partendo da situazioni di questo tipo. In Africa del Nord, ad esempio.

Ma possono sempre riprovarci nell’Europa centrorientale.
Già, perché nel mirino dei padroni di Macron ci sono anche Paesi come l’Austria, la Polonia, la Slovacchia, forse anche Repubblica Ceca e Romania. Colpirne uno per educarne cento.

Però, nel mirino, finisce anche l’intero ceto medio europeo. Quello distrutto, o almeno penalizzato, da una crisi globale imposta e voluta. Quel ceto medio che ha visto l’ascensore sociale muoversi solo verso il basso. Verso un proletariato stritolato tra nuova schiavitù e robotizzazione, tra la concorrenza senza diritta dei migranti (l’esercito industriale di riserva, secondo Marx) e le macchine che sostituiscono l’uomo.

Macron chiarisce i termini del problema: o vi rassegnate ad impoverirvi senza ribellarvi, a perdere diritti e dignità, a rinunciare a sogni e speranze, oppure il potere vi organizza una divertente guerra civile e vedrete crepare non solo i vostri diritti ma anche i vostri figli.

L’alternativa? La illustra perfettamente Piero Visani nel suo blog Sympathy for the Devil, sottolineando il ruolo vampiresco di un fisco da rapina. Muori di fame, lentamente, se non vuoi che si scateni una guerra civile.

Macron è stato esplicito, forse troppo. Tanto che il sobrio (?) Juncker è dovuto intervenire per ricordare che in Europa non c’è solo la Francia o solo l’asse tra Parigi e Berlino. Ci sono anche gli altri, purché dimostrino più carattere di Angelino Alfano o Gentiloni.


Le opinioni dei lettori
  1. Zakaria   On   21 aprile 2018 at 13:59

    che tristezza aggiungete pure questa mia analisi sul medioriente:Parlare sinceramente in questa epoca e’ diventato molto fastidioso ed irritante per gli agiati economicamente, per i cinici, per i falsi illuminati, per i politici individualisti per cui nonostante cio’ mi ripeto e continuo ad invocare: America smettila di foraggiare gli estremisti islamici : per costruire una democrazia questa non puo’ essere l’opposizione( sostenuta da Obama e Clinton ) univoca da proporre al mondo islamico, la primavera araba ha sfruttato i sentimenti di liberta’ dei popoli per poi incanalarla nelle strettoie del fanatismo islamico , che grazie all’Egitto, Tunisia non ha avuto successo , mentre in Siria, Libia ( i francesi complottano con le tribu’ locali contro gli interessi italiani ) Irak , Yemen si e’ sfogata a spese di quelle genti :America lascia che il medioriente si stabilizzi senza tue continue ingerenze,America smetti di produrre armi per venderle alla Arabia Saudita ( wahabismo ) o fratelli mussulmani , questi ultimi oramai domiciliati e penetrati nei territori occidentali ed al servizio dell’intelligence occidentali che alimentano dall’Europa e dall”America il jihadismo islamico anche piu’ estremista……radicalizzare vuol dire creare contrapposizioni tra le civilta’, vuol dire creare guerre , sofferenze tra i popoli mentre le grandi lobby prosperano su questi mali globali. Create la pace, il rispetto della dignita’ trai popoli , vedrete che le prossime generazioni potranno sperare in un futuro piu’ sereno…. so che parlo a vuoto , so che il cinismo e l’autosufficienza illuminista liberale impera ma almeno spero che lassu’ in Cielo qualcuno mi ascolti…….

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori



The Gentlemen's family

ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST