fbpx
Usarci


Preghiamo i gentili ospiti per sicurezza di non fare foto dalle finestre.. perché le persone tendono ad arrabbiarsi

Roma, 2018. Il cartello è esposto in un hotel di fronte alla stazione Termini. E le persone che “tendono ad arrabbiarsi” sono quelle che, abusivamente, si accampano ogni notte sotto le tettoie della stazione.

Lo spettacolo sarà sicuramente pittoresco

come lo definiva la romantica donna inglese interpretata da Enrico Montesano, ma è squallidamente indicativo dello stato di degrado della capitale italiana e del Paese nel suo insieme.

Si può occupare abusivamente ogni spazio pubblico ma non si deve infastidire chi urina sui vetri della stazione per poi mettersi a dormire nello stesso luogo. Però non bisogna neppure lanciare cibo e bottiglie per aiutare gli abusivi.

Il cartello assomiglia tanto a quelli esposti negli zoo per evitare di lanciare cibo agli animali

Il tutto, ovviamente, nella totale indifferenza generale perché ormai non si è più capaci di reagire di fronte ad una situazione di totale indecenza.

Va tutto bene, si può fare di tutto

Giorgio Gaber, un veggente prima ancora di essere un grande autore ed un cantante di successo, aveva descritto la caduta della società italiana nel brano “Si può”. Ma erano gli Anni 70 e neppure un pessimista cosmico come Gaber avrebbe potuto immaginare che la caduta sarebbe stata così drammatica, inarrestabile.

Eppure già nel Settecento i Savoia avevano creato a Torino i depositi di mendicità per accogliere i poveri ed i disperati, evitando di farli vagare e dormire per le strade della capitale sabauda.

Adesso, però, siamo diventati tutti più accoglienti, democratici, rispettosi delle scelte altrui, in nome della più totale libertà individuale. Oddio, mica la libertà per tutti. Quella di fotografare, ad esempio, deve essere limitata.

E quella di indignarsi deve essere cancellata

Libertà obbligatoria. Ma con tutte le libertà che avete, cantava Gaber, volete pure la libertà di cambiare (pensare)?

Photo credits by Augusto Grandi


Le opinioni dei lettori

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori



MEDICAL LAB

ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST