fbpx
Usarci


A fine ottobre il Trentino andrà alle urne e il Pd si gioca davvero tutto, ma forse è proprio quello che vogliono alcune componenti del partito ex renziano.

Ovviamente chi perderà troverà la giustificazione che si tratta di consultazioni locali, ma se fosse la Lega ad imporsi, alla guida di una vasta alleanza, diventerebbe difficile scorporare il risultato trentino dai successi già ottenuti in Valle d’Aosta, in Lombardia, in Veneto, in Friuli Venezia Giulia.

Senza dimenticare la Liguria e in attesa delle regionali del Piemonte della prossima primavera. In pratica il Pd rischia di guidare, grazie alla Svp, solo il Sud Tirolo oltre all’Emilia Romagna in tutto il Nord.

Il passaggio del Trentino dalla sinistra alla Lega rappresenterebbe un cambiamento epocale ma è ciò che si è verificato recentemente in Valle d’Aosta.

Il mondo alpino si è stancato delle false promesse del Pd, dell’attenzione ossessiva per i migranti e della totale indifferenza per le popolazioni indigene.

Ma sembra quasi che il Pd voglia perdere anche in Trentino. Lo scontro in atto con il Patt, locale alleato tradizionale e fondamentale, potrebbe rappresentare un segnale in questa direzione mentre l’insistenza sulla politica anti nazionale di Martina e compagni, invita anche ad una conta in ambito locale sui diritti degli indigeni e degli allogeni.

Perché puntare all’ennesima sconfitta? Forse per arrivare ad un congresso che sancisca la morte del Pd e la nascita di un movimento che faccia capo a Calenda e Renzi e che possa accordarsi con Tajani e ciò che resta di Forza botulino che difficilmente otterrà un grande risultato anche in Trentino.

Per Lega e alleati, però, il difficile arriverebbe dopo un eventuale successo. Una sfida complicata perché andrebbe smantellato tutto il sistema di potere costruito, con indubbia abilità, nei lunghi anni di predominio del centro sinistra.

Una sfida sui progetti, sulle iniziative, sulle competenze. Con la necessità di mettere in campo tutte quelle energie che sono state penalizzate sino ad ora. Ma con un grande vantaggio rispetto ad altre realtà locali: le energie alternative sono state penalizzate ma non cancellate (comunque una maggiore correttezza rispetto a ciò che è avvenuto altrove) e possono essere riattivate rapidamente, sempre che non prevalgano ottuse tattiche di partito.


Le opinioni dei lettori

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori



MEDICAL LAB

ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST