fbpx
Usarci


La campagna acquisti riprenderà tra qualche mese per il calciomercato ma per la politica non si ferma mai. Tra i più attivi, in questa fase, c’è sicuramente Giorgia Meloni.

Le elezioni europee si avvicinano e, se non cambierà il sistema elettorale, in Italia sarà necessario arrivare almeno al 4% per mandare qualche parlamentare a Bruxelles. Al momento i sondaggi ipotizzano per Fratelli d’Italia un risultato intorno al 3%, dunque insufficiente per garantire una presenza in Europa.

Non stupisce, quindi, che dalla Garbatella si guardi persino oltre il grande raccordo anulare, arrivando sino in Puglia per verificare le opportunità di accordo con Raffaele Fitto, tra i grandi sconfitti alle elezioni del 4 marzo. Ma, in questa fase, non è che a Fdi possano permettersi di fare gli schizzinosi. Soprattutto dopo aver rilanciato la perdibile Santadechè.

Quanto vale il mini partito di Fitto, che tra l’altro si è sostanzialmente squagliato dopo la batosta di marzo? Sicuramente meno dell’1%, ma sono proprio quei decimali che potrebbero fare la differenza.

E in cambio cosa otterrebbe l’eX forzista che è attualmente eurodeputato? Probabilmente una conferma in Europa, ma si sa che la campagna acquisti deve comprendere anche i non molti seguaci ed alleati di Fitto. Nel pacchetto potrebbero quindi rientrare le elezioni regionali in Sardegna, Piemonte, Lucania, Abruzzo, Calabria.

Un problema interno a Fdi che dovrà far spazio ai nuovi alleati sacrificando i militanti storici poiché non sarà certo la Lega a fare un passo indietro per accogliere i fittiani.

A meno che.. A meno che i continui attacchi, sempre più veementi, dei parlamentari di Forza botulino contro il governo ed i ministri leghisti non spingano Salvini a fare a meno di Tajani e del partito Mediaset, presentandosi alle regionali solo con Fdi e con alleati vari come il Partito sardo d’azione nell’Isola.

A quel punto anche i rappresentanti fittiani potrebbero trovare posto senza grandi difficoltà.

Un gioco ad incastro per nulla facile, comunque. Anche perché occorrerebbe farlo apprezzare dagli elettori. Difficile presentarlo come un nuovo accordo tra camicie nere e camicie azzurre nazionaliste, considerando che Fdi ha da tempo rinnegato il fascismo e che i liberali fittiani hanno davvero poco in comune con la Nazione Proletaria di Corradini.


Le opinioni dei lettori

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori



The Gentlemen's family

ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST