fbpx


Quanto tempo è passato da quando la Lega, nei sondaggi, veleggiava verso il 40% ed il centrodestra superava il 50% anche senza Forza Botulino? Pare un’eternità, invece è trascorso meno di un anno. Il potere logora chi non ce l’ha. Ma il centrodestra il potere ce l’ha, in numerose Regioni. Ed allora il potere logora chi ce l’ha ma non sa gestirlo.

La Lega cala, Fdi cresce, Berlusconi si è ridotto a ruota di scorta ma, nel complesso, il centrodestra è sempre più lontano dal 50% ed il centrosinistra è ormai quasi appaiato. In costante recupero. Certo, il terrore sparso a piene mani aiuta la maggioranza di governo, come aiuta lo stato di emergenza liberticida. Però una opposizione anche solo decente approfitterebbe delle menzogne del lìder minimo, dei soldi mai arrivati, dei bonus assurdi ed inutili, della disoccupazione crescente, delle misure di rilancio fallimentari.

Una opposizione con un briciolo di competenza smaschererebbe le menzogne di Gualtieri e, così facendo, acquisirebbe un briciolo di credibilità. Troppo facile sparare sulla ridicola Azzolina, sulla Bellanova o sulla Lamorgese. Troppo facile procedere a slogan o con sceneggiate del tutto superflue.

Eppure, di fronte al continuo peggioramento dei sondaggi, manca qualsiasi reazione. Nessun intervento per migliorare le politiche regionali, nessun impegno per migliorare il nulla cosmico di una opposizione irrilevante. Ci si limita a sperare che l’elettorato deluso, anzi disgustato, all’ultimo momento decida di votare ugualmente per chi si è illuso di andare a comandare.

Magari sull’onda di un altro disgusto, quello per una giustizia a senso unico che processa chi impedisce l’invasione e non processa chi favorisce il dilagare del contagio attraverso l’immigrazione incontrollata.


Reader's opinions

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *



Maina

ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST