fbpx


Criminali quei ragazzi che si sono baciati nonostante il Covid e le raccomandazioni. Era inevitabile che i contagi tornassero ad aumentare. Già, peccato che i nuovi focolai siano concentrati sui posti di lavoro, oltre che nelle residenze per anziani.

Ma lorsignori, politici e virologi a gettone, erano andati in tv a strillare contro i giovani incoscienti, contro le famiglie irresponsabili che portavano i bambini a giocare con gli amici, contro i folli che prendevano il sole in spiaggia sul medesimo asciugamano doppio. Mentre i lavoratori, spergiuravano lorsignori, erano al sicuro perché i padroni sono responsabili ed attenti.

Il virus, spiegavano loro che sanno, colpisce chi sale su un autobus per andare a bere con gli amici. Ma si guarda bene, il virus, dal disturbare chi affolla un autobus per andare a fare il suo dovere in ufficio, pasturando di fronte alla macchinetta del caffè, invece di lavorare da casa.

Invece quell’infingardo di virus se n’è fregato dei virologi a gettone, degli economisti a comando, e ha colpito chi lavora. Oltre agli anziani nelle Rsa, nei ricoveri, insomma negli ospizi che hanno solo cambiato nome ma non funzione. Solo che, in passato, finire all’ospizio era un’onta che meritava il pubblico ludibrio. Ora è diventata quasi la normalità grazie a lorsignori che considerano gli anziani come un peso da cui liberarsi il più rapidamente possibile.

Ma nel Paese dei conigli, terrorizzati dal virus e dalla crisi economica, anche i sudditi si schierano con i dittatorelli e si scagliano contro i pensionati perché “garantiti”. Dimenticando che i pensionati baby sono un retaggio del passato e che la pensione è semplicemente la restituzione rateale di ciò che si è versato in una vita di lavoro. Ai dittatorelli fa comodo questo scontro tra disperati perché sposta il tiro dai veri responsabili del disastro.


Reader's opinions

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *



Maina

ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST