fbpx


E adesso come faranno De Micheli e Sistino Lumaconi? Fratoianni e Brunetta? Lollobrigida e Del Rio? Gelmini e Padoan? Quei maledetti venduti dell’Istat, incuranti della lotta per la democrazia a colpi di false dichiarazioni, hanno reso noti i dati reali su occupazione e disoccupazione: un disastro.

Non per i lavoratori, ma per i mentitori di professione. Oddio, a scorrere i volti dei lottatori per la libertà di Pd e Forza Botulino, qualche dubbio sorge in merito alla competenza più che alla malafede.

Messa da parte la fisiognomica lombrosiana, restano i dati. E si scopre che la disoccupazione è scesa al di sotto della soglia psicologica del 10%, attestandosi al 9,9%. Mai così in basso dal febbraio 2012. Ma il dato più incoraggiante è quello relativo all’occupazione. Il tasso è salito al 59%, ossia il valore più alto dal 1977, cioè da quando sono disponibili le serie storiche.

La disoccupazione giovanile si riduce dello 0,7% ed aumentano gli occupati tra gli ultra cinquantenni, ossia le due fasce di età considerate più a rischio.

Esulta Claudio Durigon, sottosegretario al Lavoro. Perché, assicura, questi sono i primi effetti di Quota 100. Contrariamente alle scemenze raccontate dal Fondo monetario, alle previsioni sballate della Commissione europea, alla stupida faziosità delle agenzie di rating. Smentita anche Confindustria che assicurava che i pensionati non sarebbero stati sostituiti. Invece le aziende serie hanno provveduto ad inserire personale nuovo al posto di chi ha usufruito della possibilità di uscire dal mondo del lavoro.

E funziona anche il decreto Dignità, poiché aumentano i contratti a tempo indeterminato. Ovviamente non ci si può illudere sul fatto che l’Italia sia improvvisamente diventata un Paese serio, che investe in ricerca e sul personale. Ma un briciolo di normalità in più sembra sia stato ottenuto. A Sistino Lumaconi, De Micheli, Del Rio e Fratoianni resta pur sempre la possibilità di trasferirsi sul prossimo barcone di trafficanti di esseri umani. Così, tanto per avere ancora il seguito delle telecamere e poter attaccare nuovamente l’Italia e gli italiani.


Reader's opinions

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *



Maina

ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST