fbpx


Il candidato sindaco, come quello alla presidenza di una Regione, assicura sempre un vantaggio considerevole al partito politico di provenienza.

Però è diverso, molto diverso, il risultato di Paolo Truzzu che a Cagliari trascina il centrodestra alla vittoria e garantisce alla Sorella della Garbatella il primo posto all’interno della coalizione, e quello ottenuto a fine maggio in Piemonte da Alberto Cirio che non è riuscito a rianimare Forza Botulino.

La Sardegna, dunque, conferma l’onda che sta travolgendo in tutta Italia una sedicente sinistra autoreferenziale. Già le regionali avevano visto il successo del candidato sardista voluto dalla Lega e che aveva battuto Massimo Zedda, il sindaco di Cagliari che si era dimesso per cercare di conservare la Sardegna al centro sinistra. Invece Zedda ha perso in Regione ed il nuovo candidato di centro sinistra ha perso pure Cagliari.

Il ribaltone ha coinvolto anche Alghero dove il candidato sardista Mario Conoci, sostenuto dalla Lega e dal centrodestra, ha vinto al primo turno, proprio come Truzzu a Cagliari.

Il nuovo corso di Zingaretti, dunque, sembra per ora in grado di convincere solo i giornalisti di servizio. Sicuramente il Pd trionferebbe se votassero gli appartenenti all’Ordine dei giornalisti, peccato che votino anche gli altri. Così il Pd può accontentarsi di essere arrivato al ballottaggio almeno a Sassari. Merito soprattutto di Forza Botulino che è in difficoltà in tutta Italia ma che nelle isole riesce ad offrire il peggio di sè. Basti pensare a Miccichè e Carfagna, per non far nomi. I forzisti hanno bocciato la candidatura “civica” di Nanni Campus che, ovviamente, ha raggiunto comunque il ballottaggio eliminando dalla corsa il candidato ufficiale del centro destra. Ed ora, in vista del ballottaggio, la coalizione dovrà decidere se rassegnarsi ad appoggiare Campus o se favorire il successo di Brianda per far felice Zingaretti.

Al di là dei singoli casi, è però evidente che l’onda sovranista populista non ha ancora perso vigore. Però non tutti sanno cavalcarla. Aver scelto Truzzu a Cagliari e Conoci ad Alghero ha dimostrato intuito e conoscenza del territorio. Altrove prevale la pavidità che non porterà grandi risultati.


Reader's opinions

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *



Maina

ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST