fbpx


Si può anche credere alle coincidenze. Ci sono i terrappiattisti e c’è spazio per chi pensa che i programmi Mediaset non rispondano alle strategie del clan Berlusconi.

Però è curioso che la sera Striscia la Notizia sputtani pesantemente la parlamentare Ravetto, di Forza Botulino, rea di aver mostrato comprensione verso un esponente leghista del governo dopo averlo massacrato nel fuori onda in cui si era detta d’accordo con l’esponente di LeU. Ed il mattino dopo, guarda caso, il Corriere della sera pubblica una lettera di Berlusconi in cui il Sultano di Arcore dichiara guerra ai populisti, in pratica alla Lega.

Perlomeno il clan Berlusconi è stato chiaro. E, in fondo, non ha fatto altro che trarre le conseguenze di una situazione in cui Forza Botulino appare ormai come una compagine di appestati rifiutati da tutti. Di fronte alle sacrosante perplessità sulla consulenza affidata da Giorgetti al figlio di un ex esponente berlusconiano, si sono sprecate le ironie sul fatto che quando un politico per bene incontra un forzabotulinico dovrebbe avere la precauzione di cambiare marciapiede.

Il sultano sa perfettamente che il suo partito di plastica è ormai arrivato a fine corsa. E dal basso dei suoi sondaggi cerca disperatamente una sponda a cui appoggiarsi e da cui farsi sostenere. Ci prova con la Sorella della Garbatella, invitandola ad una alleanza tra moderati e sovranisti responsabili. Ossia quei sovranisti che rinunciano ad ogni sovranità ed obbediscono ciecamente agli ordini di Juncker, Moscovici e soci per far contento Tajani. Peccato che proprio Giorgia Meloni abbia già chiesto la testa dell’inutile ex monarchico diventato il numero 2 di Forza Botulino.

E poi su quali numeri il Sultano vuol basare la sua alleanza in Italia? Con Forza Botulino che rischia il sorpasso proprio da parte della Sorella della Garbatella? Insieme possono arrivare al 15%, e cosa se ne fanno? Forse Berlusconi sogna ancora un divorzio nel Pd ed una alleanza con Renzi e Calenda. I responsabili del disastro italiano tutti insieme appassionatamente. Un abbraccio mortale da cui tutti cercano di fuggire. Nonostante la Rai del non cambiamento, Mediaset al servizio del clan ed i giornali schierati. Per cercare un appiglio il Sultano ha rispolverato il pericolo della Cina comunista, dimostrando di non aver capito nulla del comunismo e neppure della Cina.

D’altronde gli intellettuali italiani sono quelli che, di fronte al massacro di cristiani in Sri Lanka, hanno subito ipotizzato la responsabilità dei buddisti: dopo il fascioleghismo era l’ora dei fasciobuddisti. E con questi intellettuali Berlusconi potrà costruire il suo rilancio.


Le opinioni dei lettori

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori



Maina

ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST