fbpx


Tutti indignati, i rappresentanti della gauche caviar intellettuale, per le proteste dei pezzenti italiani che vivono nelle periferie degradate romane e che non vogliono ospitare una settantina di Rom.

Ovviamente si è subito attivata la procura, ipotizzando una serie di reati commessi dagli italiani residenti e non rassegnati.

Eppure non dovrebbe essere difficile risolvere il problema della collocazione dei Rom in ogni città. Da un lato ci sono questi razzisti, questi italiani ignoranti, rancorosi, poveri e che non sono in grado di comprendere la fortuna di vivere accanto a popolazioni differenti. Italiani che osano persino aver paura di eventuali furti commessi dai Rom, una assoluta falsità come ben sanno gli italiani istruiti, ricchi, cosmopoliti che vivono nei quartieri eleganti di ogni città. Italiani che rappresentano la parte migliore del Paese e che sarebbero felici di accogliere i Rom, e non solo i Rom, nei loro quartieri, a fianco delle loro ville e palazzi.

Perché se i Rom rappresentassero un problema, i magistrati sarebbero già intervenuti con le stesse punizioni previste per gli italiani. Avrebbero fatto qualcosa per impedire furti, scippi, rapine. Se, invece, sono sempre liberi, significa che non commettono reati. Significa che tutti i bambini vanno regolarmente a scuola, che non vengono utilizzati per l’accattonaggio, per impietosire gli italiani politicamente corretti e per distrarre i pensionati favorendo il furto da parte degli altri componenti famigliari.

Cose che non succedono. Dunque non ci saranno problemi a collocare questi onesti calderai, questi impareggiabili allevatori di cavalli in qualche area chic delle varie città. Dove vivono coloro che non hanno paura del diverso. Costruiamo i ponti nei quartieri degli intellettuali e dei predatori tanto illuminati, invece di pretenderli solo nelle zone già degradate. È facile fare gli accoglienti nei quartieri altrui.

E poi si potrebbe organizzare per la gauche caviar un tour nei commissariati di zona. Per rendersi conto dei livelli di disperazione degli italiani che si rivolgono alla polizia per ottenere quella giustizia che sanno di non poter ottenere dai magistrati. Anziani maltrattati negli uffici pubblici, barboni italiani ignorati dalle associazioni che aiutano solo gli stranieri, gente sola ed anziana che viene aggredita, vessata, umiliata.

Ma la gauche caviar è rigorosamente darwiniana, favorevole alla selezione naturale. Gli stranieri sono più giovani e forti e governeranno l’Italia. E per prima cosa elimineranno gli intellettuali politicamente corretti, inutile zavorra. Giusto così, ma almeno lasciate tranquille le persone più deboli che vivono nelle periferie.


Reader's opinions

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *



Maina

ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST