fbpx


Eppur si vota. Il consiglio di amministrazione di Enasarco ha approvato la delibera che porta gli agenti di commercio al voto dal 24 settembre al 7 ottobre. Una decisione presa quasi all’unanimità, in perfetta coerenza con quanto era stato deciso in precedenza, quando il voto era stato procrastinato a causa dell’emergenza Covid. A votare contro la decisione di dar voce agli agenti sono stati soltanto coloro che si riconoscono nella lista “Fare bene, fare presto”. Evidentemente non volevano fare presto e tantomeno fare bene.

“Siamo pronti per portare la vera voce degli Agenti di commercio in Enasarco. Adesso è il momento che la guida di Enasarco passi nelle mani di chi fa parte della Categoria – dice Antonello Marzolla, segretario nazionale di Usarci – Andiamo a votare per fare gli interessi degli Agenti di commercio e non delle banche o del Governo”. Perché i dubbi, non pochi, erano sorti vedendo i rapporti sempre più stretti tra esponenti dei gruppi che ostacolavano ogni decisione (esponenti del mondo bancario e non della categoria) ed alcuni politici di governo, interessati a commissariare l’Enasarco e ad impadronirsi dei fondi pensionistici più che a varare provvedimenti a favore degli agenti di commercio.

È il caso di ricordare che, dopo la sospensione delle elezioni previste per Aprile, il consiglio di amministrazione di Enasarco ha lavorato in regime di prorogatio. I sindacati Usarci, Fisascat Cisl e Ugl hanno attivato proposte concrete per gli Agenti di commercio in risposta alla crisi sanitaria ed economica come l’erogazione dei contributi straordinari e lo sblocco dei Firr.

Le risposte concrete sono arrivate per gli Agenti di commercio con non pochi problemi e battute di arresto causate propri9 dalla consistente operazione di ostruzionismo operata dai sindacati promotori della lista “Fare Bene Fare Presto” che durante la piena crisi del Coronavirus ha continuato a fare campagna elettorale bocciando tutte le proposte dei consiglieri Usarci, FIsascat Cisl e Ugl

“Ha vinto la democrazia degli Agenti di commercio contro il Commissariamento tanto voluto da chi non fa gli interessi degli Agenti di commercio. Adesso possiamo tornare a votare e portare SOLO AGENTI IN ENASARCO” ha concluso Marzolla.


Reader's opinions

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *



Maina

ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST