fbpx


La “Città santa” di Guillermo Orsi, che verrà presentata mercoledì 8 maggio al Circolo dei Lettori di Torino (ore 18, via Bogino 9), è una Buenos Aires molto lontana dagli stereotipi turistici e dalla romantica immagine della “Parigi del Sudamerica” all’insegna del tango, dell’asado e del fùtbol.

Ci sono invece poliziotti dalla dubbia moralità, reginette di bellezza assetate di vendetta e rivalsa sociale, politici malavitosi al potere, avvocati pericolosamente attratti dal rischio, guide turistiche disposte a tutto in cambio di soldi facili, baroni della droga e relative concubine vittime di sequestri e un collezionista di teste.

È una città molto nera e poco santa, in realtà, forse perché l’autore del libro (pubblicato da Eden Editori di Roma) è uno dei grandi maestri della “novela negra” argentina, cioè del genere poliziesco che anche nell’emisfero sud delle Americhe, da molti decenni, è diventato la vera forma di romanzo sociale, in grado di penetrare il lato oscuro di una nazione e di scoprire la polvere nascosta sotto i tappeti della società.

Città santa”, che nel 2010 ha vinto il Premio Hammett alla Settimana Negra di Gijon, vale a dire il più importante riconoscimento per la letteratura poliziesca in lingua spagnola, è anche l’unico romanzo di Orsi finora pubblicato in Italia: una curiosa anomalia, dato che molte altre opere dell’autore argentino sono già state tradotte in Francia, Germania, Gran Bretagna e persino Cina e Ungheria.

Guillermo Orsi, che come molti argentini vanta chiare origini italiane (il padre era originario della provincia di Alessandria), arriva a Torino dopo aver partecipato al festival Black Mountains in Catalogna e dopo l’incontro con i lettori di Roma (martedì 7 maggio, ore 13, alla Casa Argentina di via Veneto 7). Con lui dialogheranno il professor Josè Manuel Martìn Moran, dell’Università del Piemonte Orientale; e Giorgio Ballario, giornalista de La Stampa, scrittore e presidente dell’associazione di giallisti Torinoir.


Le opinioni dei lettori

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori



Maina

ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST