fbpx
Usarci


Inizia con Mario Baudino, giovedì 25 ottobre alle 18, la nuova stagione di incontri torinesi con i poeti contemporanei italiani “Sul Ponte diVersi.

I poeti d’oggi”. Il poeta e giornalista sarà ospite della Libreria Il Ponte sulla Dora in Via Pisa 46 e del gruppo di lettura Sul Ponte diVersi, formato da studenti e dottorandi delle Università di Torino e Roma Tre.

La Forza della disabitudine” (Aragno, 2018) è l’ultimo libro di Mario Baudino, che fungerà, con i suoi versi, da apripista all’incontro. In dialogo con Riccardo Deiana, Federico Masci, Jacopo Mecca e Francesco Perardi, il poeta racconterà la sua storia e il suo percorso.

Era il 1980 quando, con “Una regina tenera e stupenda”, Mario Baudino esordiva con la sua prima raccolta di poesia. Ma aveva già contribuito con alcuni versi sia alla rivista milanese «Niebo», nel 1977, sia all’importante antologia La parola Innamorata, uscita nel 1978. Un debutto in grande stile, dunque, quello del poeta di Chiusa di Pesio che vinse, con il libro Grazie, il Premio Montale.

Autore parco e arguto, Baudino ha giocato un ruolo importante nella poesia italiana a cavallo tra gli anni settanta e ottanta.

Inoltre, è figura di spicco del quotidiano «La Stampa», per cui collabora con la rubrica settimanale Cartesio.

A partire dalle domande dei quattro organizzatori, il poeta e giornalista piemontese avrà la possibilità di esprimere la sua visione del mondo e della poesia, nonché di interagire con il pubblico e soddisfare le sue curiosità.

Il ciclo di incontri “Sul Ponte diVersi. I poeti d’oggi” è giunto alla sua seconda stagione, dopo aver ospitato autori quali Umberto Fiori, Riccardo Olivieri, Franco Buffoni e Francesco Iannone.

Con il primo appuntamento dà l’avvio a un ciclo ricco di artisti come, insieme a Mario Baudino, Giulia Rusconi, Matteo Marchesini e poi, ancora, Milo De Angelis, Antonella Anedda e Guido Mazzoni.

Autori attivi, ma che non per forza hanno pubblicato opere in tempi recenti perché “A noi interessa l’opera nel tempo, la sua evoluzione, il cammino della creatività; ci preme di più ricostruire che promuovere, come per un’innata e indomabile curiosità genealogica.” dichiarano i giovani studiosi di “Sul Ponte diVersi”.

Rendersi conto che una comunità di lettori forti di poesia esiste, ma le manca un luogo in cui trovarsi, condividere, esprimersi liberamente. Questa presa d’atto è presto diventata uno degli obiettivi del nostro gruppo: dare la possibilità ai lettori di conoscere i loro autori, di sedersi uno di fianco all’altro e guardarli negli occhi; favorire l’incontro tra avventori, giovani critici e aspiranti tali, librai, professori, studenti, studiosi, poeti e poeti…”.

Con queste parole il gruppo di studenti racconta l’atto di nascita di un’iniziativa coraggiosa che, sin dall’inizio, ha incontrato ampia approvazione e diffusi consensi.


Le opinioni dei lettori

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori



Maina

ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST