fbpx


Inaugura oggi, 13 dicembre dalle 18.30 la mostra dell’artista torinese Roberto Demarchi dal titolo “Kakemono astratti“, ospitata nei suoi spazi espositivi in corso Rosselli 11 a Torino.

Il kakemono, termine che significa letteralmente “cosa appesa”, indica un dipinto o una calligrafia appesa su seta, cotone o carta, organizzato come un rotolo e destinato ad essere appeso, a differenza dell’emakimono, un rotolo che viene, invece, aperto in senso orizzontale su una superficie.

Il kakemono risulta avere già nel passato la funzione di decorazione murale da interno e veniva solitamente appeso nel tokonoma, una nicchia o alcova ricavata nel washitsu, che costituiva la stanza principale delle dimore giapponesi.

Le famiglie aristocratiche possedevano molti Kakemono, che cambiavano al variare delle stagioni, dei periodi e di circostanze particolari.

L’artista astratto Roberto Demarchi reinterpreta questa tradizione nipponica.

La contaminazione di questo tipo di tematiche è già stato presente in alcune sue opere, quali alcune della serie degli “Haiku“, nei “Giardini Zen” e nei “Riflessi“.

Con la mostra “Kakemono astratti” si compie un ulteriore passo verso l’approfondimento del dialogo tra due diverse concezioni dell’astrazione, quella occidentale e quella Zen.


Le opinioni dei lettori

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori




ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST