fbpx
Usarci


E’ in libreria il libro della giornalista Franca Porciani, “Costantino Nigra. L’agente segreto del Risorgimento”, edito da Rubbettino.

Chi fu veramente Nigra? Solo il fidato segretario del conte di Cavour o qualcosa di più?
Nato nel 1828 nel Canavese da una famiglia borghese, Nigra, filologo e studioso delle tradizioni popolari oltre che diplomatico, svolse in realtà un ruolo significativo sulla scena risorgimentale: riuscì a stringere un rapporto privilegiato (e segreto) con Napoleone III tanto da favorirne la discesa in campo accanto al Regno di Sardegna nella II Guerra d’Indipendenza. Ruolo che emerge con forza dalle analisi dei carteggi e dai rapporti che il giovane diplomatico da Parigi quotidianamente inviava a Torino al suo maestro.
Patriota, ambasciatore a Parigi, San Pietroburgo, Londra e Vienna, otto volte Ministro Plenipotenziario, senatore del Regno, statista di livello europeo, Grande Ufficiale dello Stato, protagonista del Risorgimento ma dimenticato dalla storia d’Italia.
Un personaggio che, a un esame attento, si presenta ogni volta di più in una luce straordinaria sia sotto il profilo politico-diplomatico che sotto quello letterario-culturale. Nigra è stato, con Cavour, Vittorio Emanuele II, Garibaldi, uno dei protagonisti ad aver vissuto in prima persona le vicende politico diplomatiche di tutta l’epopea risorgimentale dal 1848 al ‘70.
La biografia curata da Franca Porciani per Rubbettino, con un’acuta prefazione di Franco Cardini, getta una luce nuova su questo interessante personaggio del Risorgimento.


Le opinioni dei lettori

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori



Maina

ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST