fbpx




Il romanzo dei Miserabili di Victor Hugo, già portato in televisione negli anni Sessanta nello sceneggiato per la regia di Sandro Bolchi, approda ora a teatro, al Carignano,

per la Stagione del Teatro Stabile di Torino, con Franco Branciaroli protagonista ed interprete del personaggio di Jean Valjean, simbolo universale del riscatto dei reietti.

Regista dello spettacolo prodotto dal Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, dal Centro Teatrale Bresciano e dal Teatro de Gl’Incamminati, Franco Però; l’adattamento teatrale è di Luca Doninelli.

Alla storia di Valjean si affiancano quelle di Fantin e di sua figlia Colette, dell’oscuro commissario Javert, di Marius, Gavroche, Eponime e dei Thenadier, in un quadro romanzesco geniale, che risulta capace di parlare all’uomo di ogni epoca, perché tocca il cuore affrontando temi universali quali la dignità, il dolore, la giustizia, la misericordia, il male e la redenzione.

Luca Doninelli sintetizza le 1500 pagine del romanzo ottocentesco in circa tre ore di spettacolo, concentrandosi sugli episodi salienti della vita di Jean Valjean e tralasciando, ovviamente, i particolari del quadro storico e politico che li caratterizza. Ne nasce un’ambientazione contraddistinta dal bianco e nero, per la scenografia di Domenico Franchi, basata su alcuni imponenti elementi scenici che ruotano e si aprono come le pagine di un libro, capaci di far mutare l’ambiente in modo efficace e disinvolto.

La recitazione degli attori risulta naturalistica. Franco Branciaroli dà vita ad un eroe misurato ed umano, in cui convivono al tempo stesso sia il santo sia il peccatore, mentre Francesco Migliaccio veste i panni di Javier, protagonista di un monologo finale di grande intensità in cui emerge tutto il suo dramma esistenziale.

La riscrittura di Doninelli fornisce anche lo spunto per un’analisi della società contemporanea, in cui i poveri ed i miserabili, alla stregua di Jean Valjean, sono dimenticati, non possiedono nulla e non possono sperare in un futuro.


Reader's opinions

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *




ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST