fbpx

Usarci

Marco Cimmino


Alternative Text
Marco Cimmino (Bergamo, 1960) è uno storico militare, specializzato nello studio della prima guerra mondiale: è membro della Società Italiana di Storia Militare, del comitato scientifico della Regione Lombardia per la valorizzazione del patrimonio della Grande Guerra, del comitato scientifico di èStoria e di svariati altri comitati analoghi, di cui ha perso il conto. Alterna l’attività scientifica a quella di conferenziere e alla stesura di numerosi, perdibilissimi, saggi storici. E’ un alpino, ancorchè tra i più scafessi. Tra le sue più recenti pubblicazioni: La conquista del Sabotino, LEG, Gorizia, 2012 (finalista del premio Acqui Storia 2013); La conquista dell’Adamello. Il diario del Capitano Nino Calvi. LEG, Gorizia, 2014; Il flauto rovescio – Controstoria della letteratura italiana, Bietti, Milano, 2014; Per una stella – Affresco di bambina nella prima guerra mondiale, con A. Maini e R. Rampi, L’Ornitorinco, Milano, 2015; La prima guerra mondiale in Italia, le immagini, voll. 5, 7, 10, L’Espresso, Milano 2015; L’occasione perduta del centenario della Grande Guerra, Gaspari, Udine, 2016; Breve storia della prima guerra mondiale, 1°volume (1914-1915), Gaspari, Udine, 2017; La battaglia dei ghiacciai, Mattioli, Modena, 2017; Giornali di guerra, Hachette, Milano, 2015-2017; Il caso Carzano: non chiamatelo “sogno” e L’enigma Pivko, in 1917-2017 Carzano – Un tentativo di sfondamento in Trentino a un mese da Caporetto, Gaspari, Udine, 2017.

C’è un’aria irrespirabile in questo Paese: un alito pestilenziale, che prende alla gola e che fa vivere le persone civili […]

Fugatti ha vinto: sia lode a Fugatti! Non è mica una vittoria da poco, quella del candidato leghista alla presidenza […]

Vabbè, la geografia non serve a niente. A cosa diavolo dovrebbe servire la geografia? Tanto, se devi andare, chessò, a […]

In Italia non mancano le regole: anzi, come ho già cercato di spiegare su Electomag, quando ho scritto di responsabilità […]

Sapete qual è la caratteristica dominante della scuola italiana del terzo millennio, miei cari electomagici? Immagino che, subito, penserete alla […]

Cari electomagici, l’ultima volta che ci siamo visti, neanche a farlo apposta, si parlava di razzismo. Uno non fa in […]

Ci sono molti razzismi, sotto il cielo: alcuni si appalesano nelle forme consuete e ci fanno storcere nobilmente il naso, […]

L’orrore, l’orrore. Fare, una volta, i baffi da Poirot alla Gioconda, è gesto originale e simpatico. Postulare che sia arte […]

Cari electomagici, immagino che tra voi ci sia qualcuno che, mercè fortunali ed acquazzoni estivi, sia incappato, qualche volta, in […]

Agli inizi del XX secolo, un gruppo di facinorosi delle patrie lettere, aiutati mica male da robuste libagioni e qualche […]


Maina

ElecTO Radio

Current track
TITLE
ARTIST